Condivisione di consigli online per supportare i giovani LGBTQ + | Questioni di Internet
MENU

Connessione e condivisione in linea

Sostegno ai bambini e ai giovani LGBTQ +

Per i bambini e i giovani LGBTQ +, connettersi e condividere online può essere un modo vitale per interagire con i coetanei, istruirsi e trovare soluzioni a problemi che amici o familiari potrebbero non capire. Tuttavia, ci sono anche aree di rischio per i giovani all'interno della comunità LGBTQ + quando interagiscono online.

Cosa c'è nella pagina

Quello che dovete sapere

La vita sui social media è una parte importante della crescita di oggi e per i bambini e i giovani LGBTQ + può spesso essere un'ancora di salvezza. Le connessioni sono davvero utili per coloro che vogliono istruirsi sulla propria sessualità o scoprire amici e connessioni che si trovano nella stessa posizione. Può anche essere un modo per affermare che non sono soli e che ci sono altre persone che pensano alle stesse cose che sono.

I vantaggi

Ci sono molti vantaggi per i bambini e i giovani LGBTQ + nel creare relazioni all'interno delle comunità online, tra cui:

Collegamento con la comunità LGBTQ +

Costruire relazioni con gli altri nella comunità LGBTQ +, soprattutto se ci sono pochi altri nella loro vita che si identificano come LGBTQ +.

Esplorare l'identità LGBTQ +

Educare se stessi sugli aspetti della crescita LGBTQ +.

Trovare persone che la pensano allo stesso modo

Trovare una comunità di persone con esperienze simili.

Condividere esperienze in modi diversi

Esprimersi in tutti i modi che potrebbero non riuscire a fare offline.

Incontri online e gestione delle relazioni

Esplorare incontri e relazioni online - I giovani LGBTQ + possono incontrarsi online e condividere e discutere esperienze con altre persone LGBTQ +. Essere in grado di costruire connessioni significative con altri con esperienze simili è un importante punto di forza per gli appuntamenti online per coloro che fanno parte della comunità LGBTQ +, dove possono essere loro stessi liberi dal potenziale giudizio degli altri.

Risorse

Guida ai social media

Guida alla visita

I rischi

Sappiamo che ci sono rischi e sfide che vanno di pari passo con i vantaggi di esistere negli spazi online, e questo non è diverso per i bambini e i giovani LGBTQ +. Questi possono includere:

Esposizione a contenuti inappropriati e odio online

Essere esposti a contenuti online pericolosi, odiosi o inappropriati sulla comunità LGBTQ +, inclusi messaggi anti-LGBTQ + come l'incitamento all'odio, o anche annunci pubblicitari a pagamento per cose come terapia di conversione o gruppi anti-LGBTQ +.

Esposizione alla pornografia

Esposizione alla pornografia è un altro rischio. Questo potrebbe essere contenuto pornografico online o condiviso tra due individui specifici. Ciò potrebbe avere un impatto sulla visione del sesso di tuo figlio e sull'esplorazione della sua sessualità, oltre a mettersi potenzialmente in pericolo se si sentisse spinto a prendere parte ad attività simili.

Connettersi con persone pericolose

Connettersi con persone potenzialmente pericolose, incluso l'utilizzo di app di appuntamenti online che potrebbero non essere appropriate all'età.

Molestie sessuali online

Essere vittima di molestie sessuali online - comportamento sessuale indesiderato online. Tutti sono a rischio, ma per i bambini e i giovani LGBTQ +, il loro orientamento sessuale e / o il genere potrebbero essere la ragione per cui sono presi di mira.

Incontrare amici solo online faccia a faccia

Incontrare persone di persona con cui si sono impegnati solo online, soprattutto nel contesto degli appuntamenti online, potrebbe metterli in pericolo di molestie sessuali o aggressioni fisiche offline: una ricerca di The Brook ha rivelato che molti più giovani gay (9.9%) avevano incontrato un contatto online che non era chi dicevano lo erano, rispetto ai giovani eterosessuali (4.9%).

Toelettatura e sfruttamento sessuale

Essere vittima di toelettatura e sfruttamento sessuale - tutti i bambini e i giovani sono vulnerabili a questi rischi, compresa la comunità LGBTQ +. Alcuni bambini e giovani LGBTQ + usano deliberatamente siti per adulti perché pensano che sia un modo più semplice per incontrare persone, esplorare la loro sessualità o sentirsi accettati. Inoltre, un'app di incontri per adulti potrebbe essere l'unico spazio online di cui conoscono specificamente per le persone LGBTQ +, se non hanno accesso a un gruppo di giovani LGBTQ + o a un forum moderato gestito da professionisti qualificati.

Incitamento all'odio dannoso online per le persone transgender

La minaccia di essere esposti a discorsi di odio pericolosi o dannosi online aumenta in modo esponenziale per le persone transgender, con 1.5 milioni di tweet transfobici pubblicato nel corso di un periodo di tre anni e mezzo. Con la minaccia di assistere all'incitamento all'odio arriva la minaccia aggiuntiva del cyberbullismo transfobico (bullismo basato su pregiudizi o atteggiamenti, punti di vista o convinzioni negativi sulle persone trans). Una cultura della transfobia online può significare che alcune persone si sentono incoraggiate a molestare, bullizzare o discriminare le persone trans, quindi i giovani trans potrebbero essere particolarmente a rischio di cyberbullismo transfobico. Questo può potenzialmente avere effetti dannosi sul benessere mentale e sull'immagine di sé.

È importante essere consapevoli che:

  • I bambini e i giovani LGBTQ + hanno maggiori probabilità di essere vittime del cyberbullismo a causa della loro sessualità o identità di genere. 3 giovani LGBT su 10 sono stati vittime di bullismo con commenti, messaggi, video o immagini che erano cattivi, falsi, segreti o imbarazzanti.
  • Sebbene si sia scoperto che si è assistito all'incitamento all'odio LGBTQ + online otto volte meno probabile che assistere a conversazioni generali sull'identità sessuale e di genere, è ancora relativamente comune.
  • Secondo Stonewall - The School Report (2017), 2 giovani LGBT su 5 (40%) sono stati oggetto di abusi online omofobici, bifobici e transfobici.
  • Però, i molti bambini e giovani LGBTQ + escono online prima di uscire offline e possono costruire una comunità con persone che conoscono solo online prima che siano in grado di creare una comunità di amici LGBTQ + offline. Tagliarli fuori da una risorsa preziosa potrebbe scoraggiarli dal fare coming out con colleghi e amici offline.

Le sfide

La sfida principale per tutti i genitori è capire come tuo figlio possa godere dei vantaggi dei social media e della connessione online, proteggendolo dai rischi che possono causare danni. Ciò è particolarmente importante per i bambini e i giovani che esplorano la loro sessualità a causa delle ulteriori sfide che potresti incontrare. Questi possono includere:

L'importanza dei social media nel mantenere le relazioni

L'uso di Internet e dei social media è un aspetto fondamentale della vita dei bambini e dei giovani oggi e limitarlo potrebbe influire sui loro rapporti con i compagni di scuola, le amicizie a distanza e altre relazioni che esistono principalmente offline. Ciò è ancora più importante a seguito dei recenti eventi di blocchi dovuti al Coronavirus in cui ai giovani potrebbe essere impedito di vedere gli amici su base regolare.

Ruoli vitali delle risorse e dei gruppi online per supportare il benessere

  • Limitare l'accesso a Internet potrebbe tagliarli fuori da preziose risorse che consentirebbero loro di esplorare ed esprimere chi sono.
  • Far parte di una comunità con altre persone LGBTQ + può essere davvero importante per un giovane, quindi ha bisogno di essere supportato per capire come fare amicizia e connessioni online in modo sicuro.
  • Possono ritenere che i benefici del suo utilizzo superino i rischi o essere consapevoli dei rischi ma non vogliono perdere ciò che hanno guadagnato.

Quali cose dovresti considerare?

Ci sono alcune cose da considerare quando si avvicina a vostro figlio il suo utilizzo di Internet e quando si prendono provvedimenti per proteggere il suo benessere:

  • Conoscere i rischi potrebbe aiutarti a identificare le situazioni rischiose a cui potrebbero prendere parte inconsapevolmente.
  • Avere conversazioni aperte e oneste con bambini e giovani sulla vita online - ad esempio, chiedendo loro cosa pensano delle notizie relative ad app o nuove tecnologie, chiedi loro di parlarti della loro app preferita.
  • Sii consapevole di ciò che tuo figlio sta usando Internet per e con chi si stanno connettendo.
  • Allo stesso modo, capisci che Internet fa parte della tua crescita ora e dovresti rispettano il loro diritto di usarlo e il loro diritto alla privacy. Assicurati che lavorare insieme per costruire la loro resilienza e fiducia per garantire che facciano scelte più sicure online e possano far fronte a potenziali rischi online.
  • Capire che vietare la tecnologia e l'uso di Internet non è fattibile. Ha un impatto positivo molto maggiore di uno negativo.
  • Sappi cosa dice la legge - Sebbene non tutti i comportamenti dannosi online siano illegali, ogni atto di discriminazione nei confronti dei bambini e dei giovani LGBTQ + dovrebbe essere contestato. Se sei preoccupato per un incidente accaduto online, puoi rivolgerti al tuo organismo di salvaguardia locale utilizzando il processo di riferimento scolastico di tuo figlio. Le segnalazioni alla polizia vengono effettuate insieme a un rinvio all'assistenza sociale per bambini. Per ulteriori informazioni su ciò che dice la legge, vedere La guida di Stonewall.

Passaggi pratici per proteggerli

social media è diventata una parte della crescita. Sebbene ci siano molti chiari vantaggi nel connettersi e condividere con altri online, in particolare per gruppi minoritari di bambini e giovani, ci sono alcune cose che possono essere fatte per proteggerli dai rischi descritti in questa risorsa.
Aprire una conversazione con loro sull'uso dei social media è il modo migliore per iniziare a comunicare su ciò di cui dovrebbero essere consapevoli, cosa ti aspetti l'uno dall'altro per aiutarli a rimanere al sicuro online.

Cose che puoi fare

Prepararsi per il successo

Ci sono molte cose che puoi fare per aiutare tuo figlio a rimanere al sicuro online e costruire le proprie abitudini online sane che lo aiuteranno in futuro.

Impostazioni sulla privacy

Potresti scegliere di avere una discussione con tuo figlio su Impostazioni di privacy e opzioni su diversi siti di social media. Avere una conversazione aperta sui rischi e i benefici di diverse impostazioni ti aiuterà a capire i loro obiettivi sui social media, oltre ad assicurarti che siano consapevoli di chi può vedere cosa stanno pubblicando.

Imposta gli orari per i social media

Durante il periodo scolastico, e specialmente durante la settimana, è importante assicurarsi che tuo figlio non spenda ogni minuto del suo tempo libero tempo sui social mediae invece di fare altre cose trovano arricchimento o completamento del loro lavoro scolastico.

Stabilisci con loro quello che pensi dovrebbero essere questi orari, metti un orario sciolto sul frigorifero o in un posto importante in casa e assicurati che tutti in famiglia lo rispettino. Devi dare l'esempio qui, quindi se non possono essere sui social media, non puoi nemmeno tu.

Continua a controllare con loro

Può essere facile come mantenere viva la conversazione con loro sull'uso dei social media. Cerca di non interrogarli però, poiché questo li porterà solo a nascondere le loro pratiche sui social media da te. Avere conversazioni in cui ricordi loro le regole che hai stabilito insieme e consenti loro di discutere sui social media che hanno visto o condiviso che li riguarda.

Fate la vostra ricerca

Un motivo chiave per cui i social media possono essere un'ancora di salvezza per i bambini LGBTQ + è che sentono di non avere una propria comunità offline, che si sentono incompresi da coloro che li circondano o che non possono esprimersi in sicurezza. Quindi, aiutali a trovarlo sia online che offline. Guarda i gruppi locali o gli incontri. Incoraggiali a esprimersi attraverso gli hobby. Qualunque cosa darà a tuo figlio uno sbocco produttivo o, meglio ancora, uno spazio sicuro per esprimersi, è un ottimo modo per assicurarsi che sia a suo agio con chi è sia online che offline.

Conversazioni da avere

Inizia la discussione in modo casuale

Sedersi con loro per una discussione formale è qualcosa che assoceranno a una punizione o a notizie serie.

Chiedi loro per cosa usano i social media

Cosa gli piace di questo e con chi si connette: dare loro la possibilità di essere aperti per primi è molto meglio che semplicemente dirgli cosa ne pensi.

Chiedi loro se vedono qualcosa sui social media che li mette a disagio

Potrebbero non essere onesti, ma la loro reazione ti aiuterà a valutare se stanno interagendo o assistendo a qualcosa sui social media che li sta interessando anche offline.

Parla con loro dei pericoli della condivisione eccessiva sui social media

È molto comune che i giovani escano prima online. In quanto tali, potrebbero aver fatto parte di comunità online che condividono esperienze LGBTQ + prima che tu lo sapessi. Tuttavia, la condivisione eccessiva in una comunità di persone che non hanno mai incontrato prima può ancora essere pericolosa, indipendentemente da quanto tempo ne facciano parte. Ad esempio, divulgare informazioni di identificazione che potrebbero aiutare qualcuno a trovarle nella vita reale.

Consenti loro di esprimere i propri sentimenti

È importante che tuo figlio si senta ascoltato quando discute del suo utilizzo dei social media, poiché potrebbe essere una delle parti più importanti della sua vita.

Cose da ricordare

Stai calmo

C'è una possibilità che possano mettersi sulla difensiva o arrabbiarsi quando discutono di questo argomento, in particolare se hanno preso parte a un'attività che ora senti il ​​bisogno di limitare. Ricorda di mantenere la calma e di parlare con loro in modo appropriato all'età.

Ricordali

Non li stai escludendo completamente dalla tecnologia o da Internet, limitando o monitorando semplicemente l'attività.

Lascia che ne facciano parte

Chiedi loro di aiutarti con i passaggi successivi. Se sono onesti con te riguardo alla loro attività, invitarli a prendere parte alla creazione dei confini li aiuterà a vedere che è per sempre, e questo non sta accadendo come punizione.

I social media sono una parte importante della vita, per LGBTQ +

Bambini e giovani, i social media possono spesso essere un'ancora di salvezza per trovare una comunità ed è spesso il posto in cui vengono fuori per primi. Limitare l'accesso ai social media potrebbe avere un grave impatto sulla loro capacità di uscire offline e parlare apertamente con gli altri della loro sessualità.

Affrontare problemi online

Ecco alcuni passaggi che puoi fare (ti consigliamo di adattarlo per adattarlo alle tue conoscenze di tuo figlio o giovane):

Quali sono i problemi principali?

Condivisione eccessiva

Che male c'è?

Può essere difficile per i bambini e i giovani LGBTQ + capire cosa viene classificato come oversharing online, soprattutto dato che gran parte della vita dei bambini e dei giovani si svolge in uno spazio online. Ma condividere troppe informazioni personali può mettere in pericolo tuo figlio.

strategie di coping

  • Spiega le potenziali conseguenze della condivisione eccessiva in una conversazione aperta e onesta
  • Se hanno già condiviso informazioni che li riguardano, scopri cosa erano e con chi le hanno condivise
  • Se l'informativa è stata pubblicata su altri siti web a loro insaputa o consenso, contattare il sito per ottenerne la rimozione

Dove andare per supporto e consigli

Se hai bisogno di rimuovere qualcosa da un particolare sito di social media, puoi andare su Abbandona l'etichetta, chi può segnalare il contenuto ai siti di social media per una rimozione rapida. Puoi anche usare il file Segnala contenuto dannoso sito web online per ottenere supporto su qualsiasi problema che desideri segnalare. Inoltre, se le informazioni sono state ulteriormente condivise da un pari o da un compagno di classe di tuo figlio o ragazzo, contattare la loro scuola aiuterà a garantire che ciò non accada di nuovo.

Abuso sessuale online

Che male c'è?

Qualsiasi bambino, di qualsiasi provenienza, può essere a rischio di abusi sessuali online. Ma alcuni sono più vulnerabili di altri.

I Indagine indipendente sugli abusi sessuali su minori (IICSA) ha riscontrato che le preoccupazioni più comuni sollevate di natura sessuale erano l'abuso online e tra pari (questa forma di abuso si verifica quando c'è un qualsiasi tipo di abuso fisico, sessuale, emotivo o finanziario o di controllo coercitivo esercitato tra i bambini. cyberbullismo, violenza sessuale, molestie e sexting.

Una ricerca dal Stonewall, The School Report 2017 ha scoperto che il 6% dei giovani LGBTQ è stato filmato o fotografato senza il loro consenso e il 3% afferma che immagini o messaggi sessualmente allusivi su di loro sono stati condivisi senza il loro consenso.

strategie di coping

  • Subito bloccare ed eliminare l'autore.
  • In alcune circostanze, potrebbe essere necessario salvare le prove dell'abuso, poiché potrebbero essere necessarie prove di ciò alle autorità e / o alla polizia.
  • Rassicura tuo figlio che non è colpa loro - probabilmente si sentono spaventati e preoccupati quanto te. Fai loro sapere che la tua principale preoccupazione è che siano al sicuro e che desideri aiutarli. I bambini e i giovani spesso si preoccupano dello "stigma" di aver subito abusi. Evita di trattare tuo figlio come se fosse diverso in alcun modo a causa di ciò.
  • Avere una conversazione calma e aperta con loro su quello che è successo - questa sarà una conversazione difficile per entrambi, quindi tieni presente che i bambini e i giovani che hanno subito abusi troveranno molto difficile parlarne
  • Evita domande che potrebbero sembrare invadenti o pressurizzanti - invece, concentrati sul capire come si sentono adesso e cosa potrebbe piacere a te.
  • L'abuso è definitivamente cessato? - spesso l'abuso continua anche dopo che un bambino o un giovane ne ha parlato con qualcuno).

Dove andare per supporto e consigli

  • Segnalalo: se sospetti che un bambino sia vittima di abusi sessuali online, segnalalo immediatamente a CEOP or IWF.
  • Se tuo figlio o ragazzo è in pericolo immediato, contatta la polizia al numero 999, per la polizia locale, 101. Puoi anche segnalare un problema visitando la nostra pagina di segnalazione del problema.

Sexting

Che male c'è?

È difficile ottenere una cifra precisa di quanti bambini condividono immagini sessuali, ma la condivisione tra bambini e giovani, specialmente quelli della comunità LGBTQ + non è un comportamento isolato. Nella ricerca di Stonewall, il 59% di tutti i giovani gay che hanno partecipato al sondaggio aveva creato una foto o un video sessuale di se stessi.

Questo rispetto al 40% dei giovani eterosessuali che hanno risposto (Stonewall, 2014). Ma spesso non capiscono che stanno violando la legge inviando o essendo in possesso di immagini sessualmente esplicite di un minore. La ricerca suggerisce che oltre un terzo (34%) dei giovani ha inviato un'immagine di se stessi `` sessuale o di nudo '' a qualcuno e oltre la metà (52%) ha ricevuto un'immagine di questo tipo (Digital Romance, CEOP & Brook, 2017) .

strategie di coping

  • Identifica il tipo di contenuto condiviso, quanto fosse esplicita l'immagine e chi era coinvolto. È stato inviato ao da qualcuno che è notevolmente più vecchio di loro?
  • Comprendi perché si sono impegnati in questo comportamento avendo una discussione aperta e onesta con loro al riguardo
  • Rendili consapevoli dei rischi coinvolti, incluso il fatto che se inviano immagini di se stessi ad altri, non hanno alcun controllo su dove andrà a finire quell'immagine in futuro, anche attraverso app come Snapchat, dove le immagini scompaiono dopo pochi secondi
  • Se l'autore del reato era una persona più anziana o ritieni che tuo figlio o giovane sia stato costretto a questo comportamento, bloccare ed eliminare l'autore del reato e segnalarlo

Dove andare per supporto e consigli

  • Segnalalo! Se sospetti che un bambino sia vittima di abusi sessuali online, segnalalo immediatamente a CEOP or IWF
  • Offri il mantenimento a tuo figlio. Informali dei numeri di emergenza riservati con cui possono parlare, ad esempio ChildLine oppure NSPCC

Assistere all'incitamento all'odio

Potrebbero non essere a conoscenza della quantità di incitamento all'odio potrebbero vedere sui social media. Anche se la ricerca di carità anti-bullismo Abbandona l'etichetta hanno scoperto che l'incitamento all'odio omofobico era otto volte meno probabile sui social media rispetto alle discussioni generali sull'omofobia, potrebbero ancora esserne esposti e dovresti essere pronto a discuterne con loro.

strategie di coping

  • Avere una discussione aperta con tuo figlio o giovane di ciò che hanno visto o letto e di come li ha fatti sentire.
  • Individua i punti deboli - hanno visto un insulto? Che dire di ciò che è stato detto li ha fatti sentire in questo modo? Era diretto a loro o l'hanno semplicemente visto.
  • Puoi segnalare contenuti dannosi ai siti di social media per la rimozione.

Dove andare per supporto e consigli

Cyberbullismo

Cyberbullismo può anche assumere la forma di una relazione di sfruttamento che di solito è svolta da qualcuno che tuo figlio o ragazzo conosce molto bene. Si basa sul fatto che una persona sappia come indirizzare i trigger di tuo figlio per indurlo a fare qualcosa o ad arrabbiarsi o arrabbiarsi per il loro divertimento.

Tuttavia, i giovani LGBTQ + spesso si ritrovano presi di mira a causa del loro orientamento sessuale o identità di genere. 2 su 5 sono stati bersaglio di abusi omofobici, bifobici e transfobici online. In particolare, quasi 3 giovani trans su 5 hanno subito questo abuso online. [Fonte: Rapporto della scuola di Stonewall, 2017]

strategie di coping

  • Blocca e denuncia l'autore
  • Se l'autore del reato è della scuola di tuo figlio, segnalalo alle persone appropriate
  • Offri sostegno e parla con tuo figlio, spiegando che non è colpa sua
  • Discuti i modi in cui possono navigare in sicurezza nel mondo online

Dove andare per supporto e consigli

Risorse consigliate

Ecco alcune risorse in più per sostenere bambini e giovani. Visitare il Centro risorse inclusivo per la sicurezza digitale per risorse più esperte.

Trovare un gruppo di supporto tramite Stonewall

.

Sirene Helpline e risorse per bambini e giovani per le persone trans - 0808 801

Sito di supporto LGBT Youth Scotland

.

In cerca di supporto

.

Linee telefoniche di assistenza per bambini

.

Rendere Internet più sicuro e inclusivo

Insieme a SWGfL abbiamo creato questo hub per fornire consigli e indicazioni sulla sicurezza online per supportare genitori e professionisti che lavorano con bambini e giovani che vivono vulnerabilità.

Fateci sapere cosa ne pensate dell'hub. Fai un breve sondaggio

È stato utile?
Dicci perché
Scroll Up