Suggerimenti dei genitori su come impedire ai bambini di condividere troppo online

Sul tema della condivisione eccessiva sui social media, abbiamo chiesto a un genitore di darci il suo parere su ciò e quali consigli di vita reale poteva offrire agli altri genitori che lottano con lo stesso problema. Ecco cosa ha condiviso con noi.

Therese è una mamma di Zach, 13, che gestisce il proprio canale YouTube da più di un anno.

Lo streaming live è un "No"

Sebbene Zach sia fiducioso di essere online, Therese afferma che lo streaming live è ancora un “no” definitivo nella propria famiglia. "Penso che sia ancora troppo giovane e un pubblico dal vivo potrebbe essere inappropriato", spiega. "Ci ha chiesto ma abbiamo spiegato perché non siamo contenti dell'idea e abbiamo concordato di discuterne di nuovo quando sarà 15."

La vita come YouTuber

Zach è autorizzato a utilizzare YouTube e ha il suo canale. Realizza principalmente video sul gioco League of Legends e sta imparando a registrare e modificare i propri video. Occasionalmente, utilizzerà anche il suo canale per progetti scolastici.

La più grande preoccupazione di Therese è proteggere la privacy di Zach. Ci sono regole di base della famiglia, come il PC che si trova nel soggiorno, ma ammette che continuano a preoccuparsi. "Perché è così giovane, è una delle nostre maggiori preoccupazioni", afferma Therese. "Ha frequentato un corso di sicurezza in Internet a scuola e gli abbiamo chiesto di leggere alcuni articoli sui bambini che si avvicinano alla sua età, quindi ha un'idea della realtà".

Utilizzo delle regole familiari online

Zach è anche consapevole del fatto che le regole della famiglia significano che non dovrebbe mai usare il suo vero nome, menzionare dove abita o fornire troppe informazioni personali. “La mia più grande paura sarebbe che non rispetti le regole e si metta in una posizione vulnerabile. Ma credo che dobbiamo fidarci dei bambini per seguire il loro istinto, conoscere i pericoli e i segni a cui prestare attenzione - e da ciò fare le scelte giuste ”, afferma Therese.

Finora, non ci sono stati problemi in cui Therese ha ritenuto che Zach abbia scavalcato e condiviso troppe informazioni online. In parte, pensa che ciò sia dovuto al fatto che esistono regole così chiare. “Penso che poiché abbiamo stabilito insegnamenti chiari sin dall'inizio, è stato evitato. Ma so che non potrai mai rilassarti dell'100% e Internet è un posto molto grande. ”

Condivisione sicura

Therese si trova a proprio agio con la condivisione online e utilizza i social media, inclusa la gestione di un famoso sito Web sulla sicurezza dei seggiolini auto. "Quello che condivido è in gran parte legato alla sicurezza e mentre a volte potrei usare le foto dei bambini online, non condivido niente di personale come le foto se il bagno", dice Therese. "Il mio Facebook è molto bloccato e ho usato le impostazioni per renderlo il più privato possibile."

Come linea guida per la condivisione, Therese immagina di mostrare una foto a uno sconosciuto sul bus. “Se mi sento a mio agio con quell'idea, sono felice di condividere l'immagine online. Ma se non sono sicuro, lo invierei tramite e-mail. "

Risorse documento

Consulta i nostri suggerimenti per parlare con i tuoi figli dei social media

Vedi suggerimenti

Messaggi recenti

Scroll Up