Quello che i genitori devono sapere sul gioco del suicidio di Blue Whale
MENU

Ultimo gioco di social media fenomeno di fake news 'Blue Whale'

Ci sono state molte segnalazioni su un gioco sui social media noto come "Blue Whale Challenge" che si dice incoraggia i giovani ad autolesionismo. Il gioco ha fatto notizia e ha spinto la polizia a emettere avvertimenti.

Cos'è il gioco Blue Whale?

La Blue Whale Challenge è un gioco online in cui i partecipanti seguono un account di social media, che li istruisce a completare 50 sfide inquietanti. Le sfide crescono nei loro estremi; iniziare con la visione di un film dell'orrore o l'ascolto di una particolare canzone e sviluppare nel partecipante in live streaming una qualche forma di autolesionismo.

La Blue Whale Challenge ha colpito i titoli dei giornali dopo essere stata collegata alla morte di adolescenti 130 in Russia. Vari resoconti dei media hanno suggerito che il gioco è iniziato in Russia prima di diffondersi nell'Europa orientale e due "menti" dietro il gioco del male sono state ora arrestate.

Secondo i resoconti dei media statunitensi, The Blue Whale Challenge è stato responsabile della morte di due adolescenti, tra cui Isaiah Gonzalez, di 15, i cui genitori hanno parlato del gioco dopo aver scoperto di aver trasmesso in streaming il suo suicidio sul suo smartphone. Tuttavia, molti esperti sostengono che il gioco è una bufala dopo che non sono stati in grado di confermare un legame tra i morti e la sfida.

Perché ha suscitato polemiche?

Sebbene la Blue Whale Challenge possa essere stata inizialmente una bufala o come soprannominata da alcune "notizie false", ora sta diventando problematica. Si teme che alcuni giovani stiano abusando della paura intorno alla sfida per incoraggiare gli altri ad autolesionismo e portare avanti varie sfide e pubblicare i risultati online con il pretesto della sfida della balenottera azzurra. Instagram ha agito e invia un messaggio di avviso a qualsiasi utente che cerca i risultati della sfida indirizzandolo a The Samaritans.

The Blue Whale Game solleva alcune importanti questioni in termini di influenza dei media e potere di Internet. Che il Blue Whale Game sia reale o solo una bufala, ora sta causando preoccupazione.

Cosa puoi fare per proteggere i bambini?

Chiedi a tuo figlio cosa stanno facendo online. È importante comprendere quali siti Web, app e piattaforme di social media si trovano

Controlla le loro impostazioni sulla privacy. Assicurati che sappiano come rendere i loro profili "privati" in modo da non condividere informazioni personali con estranei. Ad esempio, Facebook ha una funzione di controllo dell'integrità della privacy

Assicurati di sapere quando e come segnalare e bloccare eventuali messaggi o post dannosi o inappropriati

Fai attenzione alla condivisione eccessiva di informazioni personali come la tua scuola, il numero di telefono o qualsiasi altra cosa che identifichi dove potresti vivere. Valuta di non utilizzare il tuo nome completo per il tuo profilo

Usa il "test della maglietta" per condividere immagini online o inviare foto o video agli amici: lo indosseresti sulla maglietta? In caso contrario, non inviarlo

Avere conversazioni regolari con i tuoi figli sui rischi a cui possono essere esposti e su come affrontarli, come il cyberbullismo e la cura, e assicurati che possano sentirsi in grado di venire a parlare con te se vedono qualcosa di sconvolgente

Se sei preoccupato per il benessere emotivo di tuo figlio o sei preoccupato che potrebbero essersi imbattuti in The Blue Whale Challenge contatta The Samaritans su 116 123

Altro da esplorare

Scopri altro Problemi online i tuoi figli potrebbero affrontare

Ottieni consulenza sui social network

Informazioni Consiglio bufala sulla balena blu dal Regno Unito Internet Centre più sicuro

Maggiori informazioni su blue Whale da Educare

Messaggi recenti

Scroll Up