Trasferirsi alla scuola secondaria

Consulta la nostra guida per supportare lo sviluppo digitale dei bambini all'inizio della scuola secondaria.

All'interno della guida

L'inizio della scuola secondaria o superiore apre un mondo di opportunità per i bambini per fare amicizia, affrontare nuove sfide e trarre vantaggio dalla loro indipendenza. Con il livello aggiunto di smartphone e social media, è il momento in cui i bambini iniziano a creare connessioni sociali più profonde per la prima volta.

Per aiutarti a dare loro il supporto di cui hanno bisogno per sviluppare buone abitudini online, abbiamo creato una guida completa per spiegare le sfide che devono affrontare e come puoi affrontarle insieme

Impostare la scena: cosa stanno facendo i bambini?

Le interazioni sociali online sono fondamentali per la loro esperienza digitale in questa fase della loro vita.

Non solo stanno imparando a comunicare tra loro online, ma stanno anche prendendo importanti decisioni su come presentarsi al mondo online e offline.

Con questo in mente, avere lo smartphone giusto, essere su app popolari e usare la lingua giusta per interagire con gli amici è spesso molto importante per aiutare i bambini a 'adattarsi'.

La nostra ambasciatrice Dr Linda Papadopoulus condivide i consigli sulle sfide online che i bambini affrontano in questa fase del loro sviluppo
immagine pdf

Guarda il video con il linguaggio dei segni BSL

Guarda il video

Guardando esperienze reali

Guarda cosa hanno sperimentato gli altri per avere un quadro reale delle sfide online che i bambini devono affrontare.

L'esperienza di un genitore

Adele Jennings di Ourfamilylife.co.uk condivide la sua esperienza dal punto di vista dei genitori

L'esperienza di un adolescente

Amber Jennings di Ourfamilylife.co.uk condivide la sua esperienza nell'avvio della scuola secondaria

L'esperienza di un insegnante

Il preside Matthew Burton condivide ciò che i bambini sperimentano quando iniziano la scuola

Quali sono i rischi e le sfide digitali?

Ofcom research (2020) ha scoperto che il 32% dei ragazzi di età compresa tra 12 e 15 anni ha avuto esperienza di vedere cose online che consideravano preoccupanti o sgradevoli e che non gli piacevano. Si tratta di un aumento significativo del 18% che ha detto la stessa cosa tra gli 8 e gli 11 anni.

Il 62% degli 8-17 anni ha affermato di essere più attento a ciò che condivide online perché le persone sono cattive l'una con l'altra in base a ciò che sono. (Ricerca SIC britannica per Safer Internet Day 2020).

Ciò dimostra che man mano che i bambini diventano più attivi online, aumenta la possibilità e la probabilità di essere esposti a problemi online, quindi è importante capire cosa potrebbero affrontare per prepararli ad affrontarli.

Dalla gestione del tempo davanti allo schermo alla gestione della pressione dei pari, abbiamo offerto suggerimenti e consigli sui problemi chiave che dovranno affrontare per aiutarti a sostenere tuo figlio.

Tempo sullo schermo: trovare l'equilibrio?

È probabile che trascorreranno molto più tempo sui loro dispositivi come Statistiche Ofcom mostrano che i ragazzi tra i 12 ei 15 anni trascorrono in media 20 ore online nel corso di una settimana. Tuttavia, la maggior parte di loro crede di avere un buon equilibrio tra il tempo sullo schermo e il fare altre cose.

Che si tratti di utilizzare il loro dispositivo per gestire i compiti, continuare le serie di Snapchat con gli amici o giocare a giochi come Fortnite o Roblox, il loro smartphone diventerà uno strumento multifunzionale per rimanere in contatto.

"Tutto con moderazione" si applica al dibattito sul tempo sullo schermo quando si tratta di "quanto è troppo tempo sullo schermo". Oltre a lavorare insieme per stabilire dei limiti su quanto tempo dovrebbero trascorrere online, è altrettanto importante rivedere ciò che stanno effettivamente facendo per assicurarsi che abbia un effetto positivo sul loro benessere.

Cosa ci dicono i genitori 

Guarda le opinioni dei genitori sul tempo dello schermo in base alle cifre delle nostre ultime ricerche sui problemi.

immagine pdf

Gestione del tempo dello schermo

88% dei genitori adotta misure per limitare l'uso dei dispositivi da parte dei propri figli, tuttavia, i genitori di bambini più grandi hanno meno probabilità di farlo, dato che 21% di loro afferma di non prendere alcuna misura

Tutti i genitori di 8-11 anni affermano di utilizzare una sorta di strategia di mediazione quando i loro figli si collegano a Internet Ofcom (2020). Ciò si riduce leggermente al 73% dei genitori di 12-15 anni

immagine pdf

Problemi di tempo sullo schermo

I genitori spesso sentono di lottare per ottenere l'attenzione dei loro figli e sono preoccupati che i bambini non stiano facendo abbastanza esercizio

immagine pdf

Aspetti positivi del tempo di visualizzazione

I genitori hanno identificato quattro motivi principali per cui il tempo dello schermo potrebbe essere buono per i bambini; fornisce i tempi di inattività di altre attività, una fonte di intrattenimento per la famiglia, consente ai bambini di attingere alla loro creatività e aiuta a mantenere le relazioni

Allo stesso modo, il Ricerca Ofcom ha scoperto che i genitori vedevano un valore nel fatto che i loro figli fossero online per una serie di motivi:

  • Aiutato con i compiti e i compiti scolastici 85% dei genitori di 12-15 anni
  • Consentito loro di apprendere una nuova abilità (65%)
  • Consentito loro di sviluppare capacità creative (60%)
  • Li ha aiutati a trovare informazioni utili su eventuali problemi o problemi che potrebbero avere (57%)
  • Aiutare a costruire e / o mantenere relazioni (54%)

immagine pdf

Proprietà dello smartphone

Solo uno su cinque genitori con figli nell'anno 6 ha affermato che i loro figli non hanno attualmente un telefono cellulare e non hanno intenzione di prenderne uno prima di iniziare la scuola secondaria.

Suggerimento lampadina

Visita il nostro hub dello schermo per gestire gli aiuti dei bambini a trarne il meglio.

Visita l'hub

FAQ: Qual è l'impatto sui bambini?

La ricerca ci dice che i bambini, il cervello, il comportamento e il sonno possono essere influenzati da quanto tempo trascorrono sugli schermi.

Gli schermi possono avere un effetto simile a una droga sul cervello dei bambini che può renderli più ansiosi.

I millennial tendono a essere più smemorati degli OAP poiché tendono a fare affidamento su Google, assistenti digitali come Alexa e avvisi di calendario per richiamare le informazioni.

Passare la notte tardi a filmare o socializzare con gli amici può influire negativamente sui loro cicli di sonno, rendendo più difficile per loro dormire.

È stato anche dimostrato che la luce blu di telefoni e tablet interrompe il sonno poiché interferisce con il ciclo naturale di sonno e veglia del corpo.

Research - Ricerca ha scoperto che anche quando un telefono è spento nella stessa stanza in cui ti trovi, può essere una distrazione e un esperimento ha dimostrato che la memoria di lavoro e la capacità di risolvere i problemi possono essere notevolmente compromesse quando un telefono è spento ma presente su una scrivania invece di trovarsi in una stanza diversa.

Le distrazioni dal ping costante delle notifiche push o dal pulsante di riproduzione "automatica" sulle piattaforme per tenerti a guardare possono creare abitudine e dare ai bambini abitudini malsane online.

FAQ: Cosa fanno le scuole per aiutare i bambini a risolvere questo problema?

Per sostenere i bambini su questo tema le scuole seguono un quadro chiamato Istruzione per un mondo connesso che guarda alla salute, al benessere e allo stile di vita e affronta questioni come il sonno e la pressione che i social media possono esercitare sui suoi utenti. Ciò fornisce una guida per ciò che i bambini dovrebbero essere in grado di fare e ciò che dovrebbero sapere in età e fasi diverse.

Come parte del programma, le scuole dovrebbero parlare ai bambini di come gestire il loro tempo davanti allo schermo e offrire strategie per aiutare come disattivare le notifiche push quando stanno facendo i compiti. Dovrebbero anche evidenziare gli strumenti che Android con Apple hanno integrato nei loro dispositivi che mantengono la gestione del tempo davanti allo schermo in modo che gli studenti siano più consapevoli di quanto tempo trascorrono online e dell'impatto che questo può avere.

Suggerimenti pratici per sostenere i bambini

Per sostenere i bambini su questo tema le scuole seguono un quadro chiamato Istruzione per un mondo connesso che considera la salute, il benessere e lo stile di vita e affronta cose come il sonno e la pressione che i social media possono esercitare sui suoi utenti. Questo fornisce una guida per ciò che i bambini dovrebbero essere in grado di fare e cosa dovrebbero sapere in diverse età e fasi.

Come parte di questa scuola, parla ai bambini di come gestire il loro tempo sullo schermo e di fornire strategie per bambini come aiutare a disattivare le notifiche push quando stanno facendo i compiti. Sottolineano anche le nuove tecnologie Android con Apple sono integrati nei dispositivi che tengono a mente la gestione del tempo dello schermo, quindi sono più consapevoli di quanto tempo trascorrono online e dell'impatto.

Conversazioni da avere

Impatto sul benessere

Discutere su come può avere un uso sbilanciato degli schermi effetto sul cervello, cicli del sonno e comportamento e fornire prove per questo.

Esposizione a rischi online

Parla dell'aumento esposizione a rischi online come inappropriati contenuti e cyberbullismo dipendenti dalle attività che stanno svolgendo.

Piattaforme costruite per tenerli sotto controllo

Come una delle conclusioni del Rapporto sull'infanzia interrotta che esamina l'impatto del design tecnologico sul benessere dei bambini conclude che "i bambini sono sopraffatti e richiedono un uso più intenzionale delle tecnologie digitali e più tempo". È importante renderli consapevoli del fatto che la maggior parte delle piattaforme sono appositamente costruite per farli guardare o giocare per consentire loro di avere il controllo del loro dispositivo piuttosto il contrario.

Gen su piattaforme che i bambini usano

Scopri come le attività online di tuo figlio possono influire sul suo benessere generale imparando di più sulle piattaforme e sulle app che utilizza. Usa il nostro consiglio di esperti per ottenere una visione equilibrata per sostenere tuo figlio. Sii aperto e onesto su questi rischi in modo che possano venire a parlarti se si mettono nei guai online - e non reagire in modo eccessivo: ricorda che il dialogo è importante e vuoi che tornino da te anche la prossima volta.

Cose che puoi fare

Stabilisci dei limiti per aiutarli a costruire buone abitudini online

I bambini cercano regole da seguire, quindi è meglio che vengano da te e non dai loro coetanei. Stabilire un accordo familiare a cui tutti vi iscrivete, per gestire le aspettative di ciò che dovrebbero e non dovrebbero fare online.

Rimani impegnato in quello che fanno online

Interessati al loro mondo digitale per guidarli meglio mentre diventano più socialmente attivi online e iniziano ad attingere da amici, passioni e fonti online per costruire la loro identità.

Questa è una linea difficile da percorrere e potrebbe essere che ci sia una zia o uno zio, un fratello maggiore o un amico di famiglia con cui sarebbero più propensi a parlare di alcune di queste cose - potrebbero non volere che tu li segua su TikTok o Instagram, ma forse qualcuno della rete più ampia sarebbe più facilmente accettato.

Scopri come comunicano con gli altri online 

Usano emoji, live streaming o sono coinvolti in sequenze di Snapchat?

Modella il comportamento che vorresti che adottassero 

Se trascorri molto tempo sui tuoi dispositivi, potrebbero imitare il tuo comportamento o metterti alla prova. Pensa ad avere momenti senza tecnologia e luoghi senza tecnologia all'interno della casa.

Prendi in considerazione l'utilizzo di app di monitoraggio

Se hai intenzione di usare app di monitoraggio del tempo dello schermo sui dispositivi per consentirti di impostare limiti digitali sulla quantità di tempo che trascorrono online su determinate app, è importante farlo con il dialogo e la comprensione di tuo figlio per assicurarti che capiscano perché lo stai facendo e perché questo è benefico per loro e non curiosare.

Incoraggiali ad autoregolarsi il tempo sullo schermo

Man mano che diventano più indipendenti online, spiega il motivo per cui è importante spegnere i telefoni di notte o avere zone libere da dispositivi per creare un equilibrio tra attività online e offline.

Pressione tra pari online

La pressione dei coetanei per adattarsi a scuola è qualcosa che tutti abbiamo sperimentato crescendo, ma nell'era digitale, c'è la pressione aggiuntiva affinché i bambini si trovino sui giusti social network per gestire le relazioni digitali.

Dall'inseguimento di Mi piace sui post social alla partecipazione a comportamenti online rischiosi, a questa età i bambini iniziano a conoscere quali sono i comportamenti accettabili da seguire per essere accettati.

L'influenza degli altri può essere positiva e negativa, ma è importante aiutare tuo figlio a riconoscere quando seguire la folla e quando va bene dire di no e fare le proprie scelte.

Cosa ci dicono i genitori 

Ecco le intuizioni di genitori e bambini con cui abbiamo parlato come parte della nostra ricerca sulle pressioni che provano quando si spostano dalla scuola primaria a quella secondaria.

immagine pdf

Avere uno smartphone

La ricerca mostra che all'età di 12 anni circa il 75% possiede il proprio smartphone.

I bambini hanno ritenuto che avere un telefono fosse d'obbligo all'inizio dell'anno 7. Oltre a tutti i loro coetanei che ne hanno uno, i bambini erano preoccupati di essere in grado di rimanere in contatto con i loro amici della scuola elementare.

immagine pdf

Vivere il bullismo

La preoccupazione principale dei genitori con un bambino nell'anno 6 è se i loro figli saranno vittime di bullismo nella loro nuova scuola.

immagine pdf

Pressione per scaricare app

I genitori vorrebbero un maggiore supporto per le app adatte all'età che i bambini dovrebbero scaricare in quanto ciò aumenta man mano che inizia la scuola secondaria.

immagine pdf

Fare nuove amicizie

I genitori sono preoccupati per il fatto che i loro figli non facciano nuove amicizie nella scuola secondaria, tuttavia i bambini sono più preoccupati di mantenere vecchie amicizie con gli amici della scuola elementare.

Suggerimento lampadina

Pressione dei pari per offrire ai bambini gli smartphone più recenti all'inizio della scuola: guarda l'esperienza della mamma

Leggi la storia del genitore

Share Guida per bambini alla pressione dei pari con tuo figlio per sostenerli

FAQ: Qual è l'impatto sui bambini?

Cambiamenti nel comportamento

Poiché potrebbero interagire con bambini più grandi (o anche adulti), esiste la possibilità che vengano incoraggiati a condividere contenuti inappropriati (ad esempio contenuti violenti, immagini indecenti, contenuti pornografici) o pubblicare commenti sgradevoli per essere avviati in un gruppo.

È dietro uno schermo

È più probabile che i bambini prendano parte a comportamenti rischiosi senza considerare le conseguenze, soprattutto se l'azione è dietro uno schermo in cui non possono vedere il reale impatto del loro comportamento. È qui che fare una battuta sul post di un amico, condividere un'immagine che esclude alcuni amici può essere visto in modo diverso dagli altri e può causare problemi al cyberbullismo.

Influenza degli amici digitali

È importante notare che gli amici che incontrano online possono influenzarli tanto quanto quelli che conoscono nella vita reale. Partecipare a un forum online che potrebbe promuovere idee estreme o prendere parte a folli online per ottenere un pubblico o impressionare gli altri può metterli a rischio. In effetti, la ricerca mostra che possono essere influenzati da coloro che non hanno mai nemmeno incontrato, i vlogger di celebrità e gli YouTuber svolgono un ruolo significativo nella vita dei giovani di oggi.

Come il programma BBC3 Sfide dolorose online - Affronta le conseguenze mostrato, i bambini possono essere facilmente portati via imitando il comportamento dei colleghi ammirano o seguono online che possono portare a tragiche conseguenze.

Nuova serie tre della BBC in mostra le potenziali conseguenze della pubblicazione di video pericolosi online

FAQ: Cosa fanno le scuole per aiutare i bambini a risolvere questo problema?

Molte scuole promuovono una cultura scolastica inclusiva e prendono il tempo per celebrare la diversità per contribuire a formare norme sociali positive. Spesso i programmi utilizzano programmi peer-to-peer come Leader digitali di Childnet or Ambasciatori professionisti anti-bullismo dei Diana Awards per convincere i compagni a fare i cambiamenti che vorrebbero vedere nella loro scuola in modo che sia creata dai bambini per i bambini.

È anche importante che le scuole creino una cultura in cui gli alunni sentono di poter venire e parlare di tutto ciò che sta accadendo loro online. Devono avere il potere di gestire anche le cose stesse - come da Strategia di sicurezza Internet DCMS (tutti gli utenti dovrebbero avere il potere di gestire i rischi online e rimanere al sicuro). Il Libro bianco online sui danni pubblicato nell'aprile 2019 È chiaro che tutti gli utenti dovrebbero essere messi in grado di comprendere e gestire i rischi in modo che possano stare al sicuro online e ci sono una serie di iniziative a sostegno delle scuole in questo spazio.

Il Education for a Connect World framework che le scuole seguono guidano anche i bambini su come dovrebbero interagire tra loro online per istruire i bambini su come fare scelte più intelligenti.

Suggerimenti pratici per sostenere i bambini

Guarda i genitori spiegare la pressione dei loro coetanei ai loro figli per ottenere informazioni dettagliate.
Conversazioni da avere

Applica le regole per sfidare la pressione negativa dei pari

I bambini cercano i confini tra coetanei e adulti per capire qual è il comportamento accettabile. È importante non aver paura di essere "Genitore" e stabilire limiti chiari per il comportamento online e offline, prendendosi il tempo per spiegare chiaramente perché è utile per loro (anche se non sono d'accordo).

Usa le notizie per relazionarti 

Parla di qualcosa che hai visto nelle notizie o qualcosa a cui possono riguardare, per iniziare una conversazione sui potenziali rischi di cedere alla pressione dei pari. Questo è un approccio utile in quanto spersonalizza la conversazione ed è meno probabile che porti al confronto.

Condividi la tua esperienza di pressione tra pari

Parla della tua esperienza per dimostrare che non è niente di nuovo, è solo vissuto in modo diverso.

Spiega quali segni potrebbero guardare fuori

Aiutali a riconoscere quando si sentono spinti a fare qualcosa (es. Paura di essere umiliati, perdere un'amicizia, essere isolati, FOMO).

Aiutali a costruire la fiducia

Aiutalo a sentirsi sicuro di dire di no se gli viene chiesto di fare qualcosa che mette loro o gli altri a rischio o con cui si sentono a disagio.

Assicurati che sappiano con chi parlare

Se non possono parlarti, assicurati che lo siano consapevoli delle organizzazioni di cui possono parlare per una guida, ad es ChildLine o un adulto fidato (fratello, zia, zio, amico di famiglia).

L'importanza di essere "consapevoli della condivisione"

Assicurati che capiscano che tutto ciò che condividono o diffondono su se stessi (anche tra amici) può essere visto da tutti online: nulla è veramente privato una volta condiviso online.

Non scusare mai i cattivi comportamenti con la pressione dei pari

Alcuni comportamenti possono essere influenzati dalla pressione dei pari, ma non dovrebbero essere una scusa per recitare.

Cose che puoi fare

Gestire la loro impronta digitale

Aiutali a capire l'importanza di creare una buona impronta digitale che possa influenzare le prospettive di lavoro in futuro e le scuole a cui vorrebbero frequentare

Cerca il loro nome

Incoraggia tuo figlio a fare una ricerca del suo nome per vedere cosa è pubblico per rimuovere le cose se sono errate o dannose

Sfida i miti

Dissolvi i miti online che potrebbero far sentire tuo figlio sotto pressione per fare qualcosa per cui non è pronto:

Di 'loro che va bene togliere l'amicizia a qualcuno online se si sentono minacciati poiché la persona non riceverà una notifica di rimozione

Anche se un sacco di la gente parla di mandare nudi, non tutti lo fanno

Se ricevono centinaia di richieste di amicizia nella prima settimana dell'anno iniziale 7, è importante bselettivo su chi aggiungere e perché

Guarda il video insieme

BBC Own it video sulla pressione dei pari - condividi questo video con tuo figlio per rendere questo problema più comprensibile e di facile comprensione

Cyberbullismo

Con più bambini che socializzano e condividono la loro vita quotidiana sui social network, c'è un rischio maggiore che saranno esposti a diverse forme di cyberbullismo.

Una ricerca condotta dal Safer Internet Center for Safer Internet Day del Regno Unito nel febbraio 2020 ha rilevato che il 61% degli 8-17 anni si censura online e fa attenzione a ciò che condivide perché ha visto le persone essere cattive con gli altri sulla base di chi sono. Ofcom ha rilevato che il 51% dei ragazzi di età compresa tra 12 e 15 anni ha riscontrato contenuti odiosi online negli ultimi 12 mesi, con un aumento del 7% rispetto all'anno precedente. Tra i bambini in età scolare la ricerca mostra che fino al 7 ° anno la percentuale di bambini che riferiscono di aver visto qualcosa di sconvolgente online è inferiore al 30%, ma dopo l'8 ° anno aumenta di anno in anno.

Che si tratti di pressione dei pari, di ritorsioni o semplicemente di noia, va oltre il cancello della scuola e può essere sperimentato 24 / 7.

Navigare le differenze tra il cyberbullismo reale, il dramma digitale tra amici e le battute può essere difficile quando i bambini iniziano a formare questi legami online. I bambini spesso interpretano le situazioni online in modo diverso. Una foto condivisa che esclude un bambino che non è stato invitato all'evento può far sentire un bambino escluso, ma non sarebbe giusto identificare il bambino che l'ha condivisa come bullo.

Conoscere 'netiquette"di ciò che è accettabile pubblicare e avere strategie di coping sono essenziali per aiutare i bambini a fare scelte intelligenti online.

Cosa ci dicono i genitori 

Dalla nostra ricerca, abbiamo scoperto che tra i genitori dell'anno di transizione, la principale preoccupazione principale è se il loro bambino sarà vittima di bullismo nella scuola secondaria. Questo è anche quando i genitori forniscono ai loro figli un telefono cellulare per prepararli per l'inizio della scuola secondaria.

Tuttavia, poiché le politiche scolastiche variano, i genitori sono i benvenuti linee guida chiare e concise a cui i genitori devono fare riferimento per esempio mantenere la visibilità sulle attività online quando i bambini vogliono l'indipendenza.

Suggerimento lampadina

Visita il nostro centro di consulenza sul cyberbullismo per saperne di più su come proteggere tuo figlio e come gestirlo nel caso in cui dovesse accadere.

Visita l'hub

Usa il nostro specifico per età guida interattiva per aiutare a parlare con tuo figlio del bullismo informatico.

FAQ: Qual è l'impatto sui bambini?

Salute mentale e benessere

Essere accettati dagli amici è molto importante per i bambini in questa fase, quindi sentirsi rifiutati dai loro coetanei può avere un grande impatto sulla loro autostima e influenzare la loro crescita emotiva. In casi estremi, ha portato all'autolesionismo e al suicidio.

Conseguenze nel mondo reale

È più facile dire qualcosa in una situazione online che faccia a faccia. Questa barriera dello schermo e l'ascesa di app anonime possono impedire ai bambini di vedere le vere conseguenze delle loro azioni online e coloro che vedono questo comportamento potrebbero essere più inclini a ignorarlo. Un cattivo comportamento online può portare all'espulsione dalla scuola o agli scontri con i genitori e i loro coetanei nel mondo reale.

Istruzione e apprendimento

Che siano coinvolti nel bullismo o nel bersaglio di esso, può essere una distrazione dal loro apprendimento e portare all'autoesclusione o all'espulsione dalla scuola.

FAQ: Cosa fanno le scuole per aiutare i bambini a risolvere questo problema?

Tutte le scuole hanno un politica che guida la loro risposta agli incidenti, possono avere mentori che possono aiutare o eseguire "programmatori anti-bullismo" per aumentare la consapevolezza. Anche se accade al di fuori della scuola, hanno il dovere di indagare e agire se necessario. I genitori dovrebbero sentire che possono rivolgersi alla scuola per chiedere aiuto e sostegno se sentono che il loro bambino è vittima di bullismo. Il strategia governativa per la sicurezza di Internet afferma che il bullismo al di fuori della scuola viene segnalato agli insegnanti, che dovrebbe essere indagato e perseguito.

Suggerimenti pratici per sostenere i bambini

Consulenza sul cyberbullismo della dott.ssa Linda Papadopoulos
Conversazioni da avere

Discutere la differenza tra battute e bullismo

Aiutali a riconoscere quando gli insulti tra amici possono aumentare e azioni da intraprendere se ciò accade.

Aiutali a capire l'impatto dell'esclusione

Che sia percepito o intenzionato a ferire qualcuno che è stato escluso da un gruppo di amicizia.

Identificare cosa è il cyberbullismo

Sottolinea l'importanza di usare con attenzione la parola "Cyberbullismo" per evitare di etichettare le persone sbagliate come bulli. Una definizione comunemente accettata di cyberbullismo è che si tratta di un'azione deliberata e ripetuta.

Discutere l'influenza della cultura scolastica

Parla di come "ciò che è popolare" e "regole sociali" possono influenzare il modo in cui gli amici si relazionano tra loro.

Ottenere aiuto 

Incoraggiali a parlare se hanno difficoltà e non tengono le cose imbottigliate.

Spiega la natura complessa del fare amicizia

È importante parlare del fatto che le amicizie cambiano e si rompono nel tempo. Sebbene ora possano essere amici di alcune persone, le persone cambiano e possono naturalmente separarsi, quindi non è un riflesso su di loro se qualcuno non vuole più essere loro amico.

L'implicazione legale del cyberbullismo

Guidi a casa quello certo i tipi di cyberbullismo sono illegali

I passaggi per affrontarlo

Se stanno sperimentando il cyberbullismo, mantieni la calma e collaborare con tuo figlio (e la scuola, se del caso) per trovare il modo migliore per deaCon esso così si sentono in controllo della situazione.

Cose che puoi fare

Condividi il codice di condotta online

Condividi il Ferma, parla, supporta il codice online di condotta con loro per essere consapevoli di come aiutare qualcuno che è vittima di cyberbullismo.

Come segnalare incidenti

Insegna loro come segnalare o bloccare le persone sulle app che usano.

Prendi in considerazione l'utilizzo di app di monitoraggio

Se hai intenzione di usare app di monitoraggio del tempo dello schermo sui dispositivi per consentirti di impostare limiti digitali sulla quantità di tempo che trascorrono online su determinate app, è importante farlo con il dialogo e la comprensione di tuo figlio per assicurarti che capiscano perché lo stai facendo e perché questo è benefico per loro e non curiosare. È importante essere equilibrati su questo e considerare da cosa stai cercando di proteggerli: le considerazioni sulla probabilità rispetto alla possibilità sono importanti.

Utilizza strumenti tecnologici e controllo parentale per aiutarli a gestire il tempo che trascorrono online e le app che usano. Ci sono anche app come la App Foresta che creano foreste intricate più a lungo non usi dispositivi che potrebbero introdurre un elemento di gioco nella gestione del tempo sullo schermo.

Combina il gioco attivo

Per i bambini più piccoli trovare il modo per combinare l'uso del touchscreen con il gioco creativo e attivo - Vedi Childnet's Bambini piccoli e guida allo schermo per i genitori per ulteriori consigli.

Scollegare insieme

Fai scollegare tutta la famiglia e creare zone "senza schermo" a casa.

Sexting

Esplorare la sessualità è sempre stata una parte dello sviluppo di un bambino. Prima dell'età di Internet i bambini potevano essere passati dietro le rastrelliere per biciclette, ma ora i bambini scelgono di farlo virtualmente.

Anche se le statistiche recenti mostrano che le infrazioni registrate in sexting sono in aumento (media dei reati di sexting 17 al giorno) sembra che più giovani possano parlarne piuttosto che scambiarsi nudi l'uno con l'altro. Il Suffolk Cybersurvey 2016 ha dimostrato che il sexting degli straordinari è rimasto basso e varia da 4% - 5% tra 2013 e 2017.

I bambini prendono parte al sexting per una serie di motivi. Alcuni lo fanno per esprimere i propri sentimenti sessuali, altri come uno scherzo con gli amici o per sfidare la pressione dei coetanei a inserirsi. Spettacoli come attrazione nuda in cui i concorrenti sono incoraggiati a scegliere i partner scegliendo quale corpo nudo preferiscono e il fatto che i due terzi di gli adulti sext possono essere fonte di confusione per i bambini. Sebbene i giovani siano consapevoli delle conseguenze legali del sexting, alcuni affermano di essere "pronti a correre il rischio".

Cosa ci dicono i genitori 

Sexting e giovani: l'opinione dei genitori - una ricerca dell'NSPCC per esplorare la conoscenza dei genitori del sexting ha rivelato le seguenti intuizioni:

Danno sestante

73% dei genitori ritiene che il sexting sia sempre dannoso.

Possibili incidenti

39% dei genitori è preoccupato che il proprio bambino possa essere coinvolto in sexting in futuro.

Parlando di sexting

42% dei genitori ha parlato al proprio figlio del sexting almeno una volta, ma 19% non intende mai avere una conversazione al riguardo.

Gestione documento

Visita il nostro centro di consulenza sul cyberbullismo per saperne di più su come proteggere tuo figlio e come gestirlo nel caso in cui dovesse accadere.

Visita l'hub di consulenza

FAQ: Qual è l'impatto sui bambini?

Danni alla reputazione online

Una volta che le immagini sono online, potrebbero facilmente cadere nelle mani sbagliate, con un impatto diretto sulla loro reputazione online e attirare attenzioni indesiderate.

Benessere emotivo e bullismo

I bambini possono sentirsi umiliati pubblicamente e ansiosi che i propri cari possano vedere l'immagine e giudicarli. Può innescare il bullismo per iniziare tra i compagni di scuola e portare a autolesionismo o suicidio in casi estremi.

Ricatto

Potrebbero essere ricattati per dare denaro o condividere più immagini al fine di evitare che l'immagine venga condivisa più ampiamente.

Conseguenze legali

È illegale acquisire, far possedere o condividere immagini indecenti di persone di età inferiore a 18. Se la polizia viene a conoscenza di ciò che viene spesso definito sexting, in cui i giovani condividono immagini tra loro, ciò potrebbe in alcuni casi essere registrato come un crimine con conseguenze potenzialmente gravi. Questo breve riassunto di UKCCIS fornisce ulteriori informazioni sul sexting e su come le scuole dovrebbero rispondervi.

FAQ: Cosa fanno le scuole per aiutare i bambini a risolvere questo problema?

Le lezioni di PHSE e Sex and Relationship Education (SRE) aiutano i bambini a esplorare e discutere argomenti come relazioni, rispetto, consenso, assunzione di rischi, scambio di messaggi e immagini sessuali tra pari e bullismo. Il governo ha recentemente annunciato il loro intenzione di rendere gran parte di questo obbligatorio da 2020.

Mantenere i bambini al sicuro nell'istruzione l'orientamento per le scuole è chiaro che le scuole dovrebbero garantire che la loro politica di protezione dell'infanzia includa il sexting e l'approccio della scuola ad essa. L'orientamento sexting aiuta le scuole a determinare come dovrebbero affrontare gli incidenti e quando dovrebbero essere coinvolte agenzie esterne. Nei casi in cui l'immagine condivisa come una barzelletta o senza cattiveria intenzionale, la scuola può occuparsene da sola, tuttavia se c'è stata cattiveria intenzionale ed è stata condivisa senza consenso, potrebbero essere coinvolti la polizia o l'assistenza sociale.

Suggerimenti pratici per sostenere i bambini

L'esperta di adolescenti Josh Shipp aiuta i genitori a capire cosa fare se un bambino manda un nudo o sext
Conversazioni da avere

Parla dei rischi del sexting

Discutere la mancanza di controllo che hanno sull'immagine quando viene inviata e cosa fare se accade per risolvere la situazione.

Incoraggiali a criticare le intenzioni delle persone

Spiegando loro che non tutti quelli che incontrano nella realtà e online hanno la giusta intenzione e l'importanza di valutare perché qualcuno chiederebbe loro di inviare foto di se stessi e l'impatto a lungo termine se le cose andassero male.

Influenza su programmi TV e social media

Discutere come vedere immagini di Instagram e reality star in "pose sexy" può incoraggiarli a fare lo stesso e anche programmi TV mainstream come Naked Attraction.

Fiducia nel corpo 

Parlare come si sentono riguardo alla loro immagine corporea e alla loro sicurezza e può svolgere il ruolo della pressione dei pari.

Spiega la natura complessa del fare amicizia

È importante parlare del fatto che le amicizie cambiano e si rompono nel tempo. Sebbene ora possano essere amici di alcune persone, le persone cambiano e possono naturalmente separarsi, quindi non è un riflesso su di loro se qualcuno non vuole più essere loro amico.

Usa le notizie per parlarne

Utilizza esempi di vita reale a cui possono riferirsi, per spiegare i rischi.

Relazioni sane

Se è appropriato, discutere di quale rapporto sessuale amorevole e salutare dovrebbe apparire così che siano consapevoli di cosa cercare se sono costretti a fare sexting.

Discussioni aperte e oneste

Assicurati che sappiano che possono venire da te per condividere le loro preoccupazioni e ottenere supporto senza giudizio.

Cambiamenti nelle relazioni

Spiega che anche se inviano immagini a persone di cui si fidano, le relazioni possono cambiare e causare problemi.

Cose che puoi fare

Crea un accordo familiare

Metti un accordo familiare Nel luogo per aiutarli a capire cosa è appropriato pubblicare.

Come segnalare incidenti

Rivedi il loro impostazioni sulla privacy sui social media quindi condividono solo con persone che conoscono.

Come rispondere alle richieste di nudi

Aiutali a pensare a potenziali risposte se viene loro chiesto di condividere un nudo, i App Zipit di Childline può aiutare.

Fonti attendibili di aiuto

Se non possono parlarti, indirizzarli a un supporto affidabile come ChildLine parlare con consiglieri preparati.

Di più torna alle guide scolastiche 

È stato utile?
Dicci perché
Scroll Up