MENU

Il ruolo dell'agenzia a sostegno del benessere dei giovani

È importante riflettere su ciò che facciamo online e su come ci fa sentire assumere il controllo delle nostre esperienze. Il nostro nuovo rapporto, Uso intenzionale: come l'agenzia sostiene il benessere dei giovani in un mondo digitale, lo esplora attraverso l'esempio di gestione del tempo sullo schermo.

Una panoramica

È importante proteggere i giovani dai rischi di essere online. Tuttavia, il nostro programma di lavoro sul benessere ha rivelato che è altrettanto fondamentale sostenere l'accesso dei giovani ai vantaggi delle tecnologie digitali. Man mano che l'importanza del mondo digitale nelle nostre vite cresce, dobbiamo garantire che i giovani non solo "tentino di cavarsela" online, ma prosperino.

Per svilupparsi bene in un mondo digitale, i giovani hanno bisogno di essere aiutati ad autoregolarsi (gestire i propri sentimenti e comportamenti). Devono anche avere l'agenzia (il controllo sulle loro vite) per prendere provvedimenti dove vedono margini di miglioramento.

Nell'esempio del tempo davanti allo schermo, sostenere il benessere dei giovani attraverso l'agenzia non significa solo contare il tempo trascorso online. Più importante è usare strumenti e informazioni per riflettere su cosa stanno facendo con quel tempo e come li fa sentire.

Approfondimenti chiave

Attraverso una ricerca condotta con TikTok, abbiamo parlato con adolescenti e genitori di cinque paesi (Regno Unito, Irlanda, Francia, Germania e Italia) per comprendere meglio le loro opinioni su come sentirsi in controllo, come gestiscono il tempo davanti allo schermo e come questo ha influito sulla loro vita quotidiana.

Abbiamo imparato che:

  • L'agenzia svolge un ruolo diretto nel benessere degli adolescenti ed è qualcosa che cercano attivamente.
  • Era comune per gli adolescenti sentirsi privi di agenzia nelle loro attività online.
  • Gli adolescenti generalmente accettavano di aver bisogno di aiuto per esercitare il controllo sul loro tempo davanti allo schermo.
  • La maggior parte voleva assumersi la responsabilità del proprio tempo davanti allo schermo, ma non era sempre consapevole degli strumenti e del supporto disponibili per aiutarli.

Ragazzi e genitori ci hanno detto che volevano:

  • Accesso a più dati sul loro utilizzo.
  • Sostegno che si adatta alle circostanze (es. vacanze scolastiche rispetto al periodo scolastico).

raccomandazioni

Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere nel sostenere l'empowerment dei giovani e delle famiglie affinché si sentano sotto controllo online. Il rapporto descrive in dettaglio le nostre raccomandazioni, che sono riassunte qui:

  • I governi possono sostenere il benessere e l'agenzia, nonché la riduzione dei rischi e la sicurezza.
  • L'industria può supportare la sicurezza e l'agenzia attraverso la progettazione.
  • Genitori e tutori possono utilizzare le risorse disponibili, comprese quelle descritte nel rapporto, per supportare l'impegno dei giovani con la tecnologia in modo gestito.

Il rapporto presenta "7 domande per riflettere sulle abitudini digitali" per aiutare la consapevolezza delle famiglie su ciò che stanno facendo, perché lo stanno facendo, di cosa sono felici e cosa vogliono cambiare. Include anche alcune delle risorse dedicate di Internet Matters per aiutare genitori e tutori ad aiutare i propri figli a beneficiare in sicurezza della tecnologia connessa.

Simone Vibert, Head of Policy di Internet Matters, ha dichiarato: “Siamo grati ai giovani e ai genitori che hanno condiviso con noi i loro pensieri attraverso questa recente ricerca. Sappiamo che l'agenzia, la capacità di adottare misure per gestire i sentimenti e le azioni online, gioca un ruolo importante nel benessere dei bambini. Inoltre, i giovani sono stati chiari nel dirci che avrebbero gradito il supporto nella gestione delle loro vite online. Ora spetta al governo, all'industria e agli adulti fidati che li circondano garantire di fornire ai giovani questo supporto".

Leggi il report completo >>

Rapporto sull'uso intenzionale documento

Messaggi recenti