Una nuova ricerca rivela gli aspetti positivi e le sfide dei giovani che condividono contenuti online

Nuova ricerca commissionata dal Centro Internet più sicuro del Regno Unito rivela come la condivisione e la visualizzazione dei contenuti sia parte integrante della vita dei giovani e degli aspetti positivi e delle sfide che ne derivano.

Safer Internet Day 2019: Insieme per una migliore connessione a Internet

La ricerca arriva quando più di 2000 sostenitori nel Regno Unito, tra cui ministri del governo, squadre di calcio della Premier League, enti del settore, celebrità, enti di beneficenza, scuole e servizi di polizia si uniscono ai giovani, per ispirare le persone in tutto il Regno Unito ad accendere conversazioni e ospitare Safer Eventi di Internet Day che aiutano a promuovere l'uso sicuro, responsabile e positivo della tecnologia digitale per bambini e giovani.

Internet aiuta i giovani a dare un senso al mondo che li circonda

In un mondo sempre più digitalizzato, con i giovani che condividono ogni giorno una varietà di contenuti, 65% afferma di sentirsi disconnesso dal mondo se non potesse essere online. Aiutandoli a dare un senso alla loro vita quotidiana e alla società in generale, 70% dei giovani afferma che essere online li aiuta a capire cosa sta succedendo nel mondo e 60% sa solo di determinati problemi o notizie grazie a Internet.

Fondamentalmente, i giovani stanno usando Internet come uno spazio sicuro per comprendere e navigare gli argomenti di cui sono nervosi, di cui 67% afferma che è più facile conoscerli online. Incoraggiante, Internet ha aiutato quasi la metà (46%) in un momento difficile.

Con la tecnologia che ci consente di connetterci e imparare più velocemente che mai, 48% dei giovani afferma che essere online fa sentire le loro voci e azioni importanti. Massimizzando il potere collettivo di Internet, 42% è stato ispirato a intraprendere azioni positive condividendo il supporto per una campagna, movimento sociale o petizione.

84% giovani ritiene di avere la responsabilità di rispettare gli altri online

Tuttavia, la miriade di modi in cui i giovani si collegano online significa che devono anche esplorare la complessità di chiedere e dare il permesso prima di condividere. I giovani hanno un forte senso di giusto e sbagliato online, con un travolgente 84% che crede che tutti abbiano la responsabilità di rispettare gli altri. Tuttavia, in pratica quasi la metà (48%) ammette che i loro coetanei non pensano sempre prima di pubblicare. 36% dei giovani condivide screenshot di foto, commenti o messaggi di altre persone almeno settimanalmente.

Ciò espone i giovani a un panorama confuso quando si tratta di consenso online e alla mancanza di consenso su come navigare. La metà dei giovani (51%) pensa che i propri amici debbano chiedere il permesso prima di taggare o condividendone una foto o un video, mentre 37% pensa che i loro genitori dovrebbero chiedere. Inoltre, è probabile che 27% legga i messaggi di un amico senza la sua autorizzazione.

Anche i giovani non chiedono il permesso prima di pubblicare, nonostante 81% sappia quando e come chiedere. Di conseguenza, nell'ultimo anno oltre la metà dei giovani (52%) ha detto che qualcuno che conosceva ha condiviso una foto o un video senza chiedere.

Impatto della violazione del consenso sui giovani

Questa violazione del consenso può far sentire i giovani ansiosi o non avere il controllo (39%), con una mancanza di chiarezza che ha chiaramente un impatto reale sulla loro vita.

Anche quando viene richiesto il permesso, i giovani si trovano ad affrontare ulteriori pressioni. Nonostante si sentano sicuri di dire ai loro amici (82%) e ai genitori (85%) di non condividere qualcosa su di loro online, in pratica può essere difficile dire di no. Nell'ultimo anno, 34% ha detto di sì a qualcosa sul fatto che sono condivisi online, anche se non volevano che lo fosse.

Il 'le regole "sono anche confuse quando viene violato il consenso. Mentre la maggior parte dei giovani rimuoveva sempre qualcosa che avevano postato su un amico se gli fosse stato chiesto, 36% no. In modo incoraggiante, i giovani si radunano contro le ingiustizie che vedono online e 68% segnalerebbe qualcosa che era stato condiviso su di loro senza permesso. 63% segnalerebbe se fosse successo a un amico.

Will Gardner OBE, direttore del Safer Internet Centre del Regno Unito, afferma:

“Non c'è dubbio che la condivisione e il collegamento con gli altri online sia parte integrante della vita quotidiana dei giovani. Le scoperte di oggi sono incoraggianti, evidenziando come i giovani hanno un forte senso di ciò che è giusto online e stanno sfruttando Internet per fare una differenza positiva per se stessi e gli altri.

"Tuttavia, la nostra ricerca mostra che senza una chiara guida per la navigazione nelle complessità del consenso online, il divario tra gli atteggiamenti e i comportamenti dei giovani è sorprendente.

Il segretario all'istruzione Damian Hinds ha dichiarato:

“Dobbiamo fornire ai bambini le competenze per utilizzare la tecnologia e sfruttare il mondo online in modo efficace e sicuro. Stiamo rendendo obbligatoria l'educazione alle relazioni in tutte le scuole primarie e Relazioni ed educazione sessuale obbligatorio in tutte le scuole secondarie, per sedersi accanto al curriculum di informatica esistente. Gli insegnanti affronteranno la sicurezza online e il comportamento adeguato in modo pertinente per la vita degli studenti.

Il segretario interno Sajid Javid ha dichiarato:

“Il governo si impegna a proteggere i minori online. Lavoriamo a stretto contatto con l'industria tecnologica per rendere Internet un luogo più sicuro e responsabile. "

“A tutti i bambini verranno insegnate le amicizie online e le relazioni faccia a faccia. Voglio che i bambini comprendano che le stesse regole di buon comportamento e gentilezza che vengono insegnate nel parco giochi si applicano anche online. "

I leader digitali Childnet rispondono alle domande chiave sul consenso online per Safer Internet Day 2019

Altro da esplorare

Ottieni maggiori informazioni dalla ricerca del Safer Internet Centre nel Regno Unito e su come partecipare alla Safer Internet Day

Messaggi recenti

Scroll Up