Come possiamo sostenere i bambini vulnerabili nel mondo digitale?

Oggi lanciamo il nostro nuovo rapporto "Bambini vulnerabili in un mondo digitale"per evidenziare in che modo le vulnerabilità offline dei bambini possono aiutarci a identificare quali tipi di rischi possono affrontare online in modo da poter lavorare in tutti i settori per offrire un intervento tempestivo e supporto specialistico per aiutarli a rimanere in sicurezza online.

Come si identifica un bambino vulnerabile online?

Internet Matters sospetta da tempo che i rischi e i danni online non siano distribuiti uniformemente su tutta la popolazione. Prove da il Cybersurvey suggerisce che i giovani con vulnerabilità offline hanno maggiori rischi online. Questo rapporto non si limita a descrivere semplicemente il problema: continuiamo a spiegare come, se sappiamo qual è la vulnerabilità offline, possiamo prevedere la categoria di rischi che devono affrontare e, quindi, intervenire per evitare che il rischio diventi pericoloso.

Come possiamo sostenere coloro che lavorano con bambini vulnerabili per dotarli degli strumenti giusti per proteggere i bambini online?

Tuttavia, la nostra capacità di intervento è determinata da operatori di servizio in prima linea che hanno la formazione, le competenze e le risorse per avere una conversazione significativa sulla vita online con i giovani a loro affidati. Le nostre prove suggeriscono che mancano la formazione, le competenze e le risorse, il che è qualcosa che possiamo e dobbiamo affrontare.

Ci sono oltre 2 milioni di bambini vulnerabili in Inghilterra e Galles - e possiamo e dobbiamo fare di più per aiutarli a godere dei benefici di Internet in modo sicuro. Questa relazione è il nostro primo passo in tale processo e non vediamo l'ora di lavorare con esperti per fare la differenza materiale.

Ricerca

Guarda i nostri bambini vulnerabili in un rapporto sul mondo digitale per saperne di più

Scroll Up