MENU

I social media sono un ostacolo alla salute mentale di mio figlio?

Se desideri capire come puoi aiutare tuo figlio a gestire la propria vita sui social media e limitare i rischi per il suo benessere mentale, i nostri esperti hanno molti ottimi consigli.

Se desideri capire come puoi aiutare tuo figlio a gestire la propria vita sui social media e limitare i rischi per il suo benessere mentale, i nostri esperti hanno molti ottimi consigli.


Dr. Linda Papadopoulos

Psicologo e ambasciatore delle questioni Internet
Sito Web esperto

Quali sono i passi che i genitori dovrebbero prendere se ritengono che il loro bambino soffra di problemi di salute mentale a causa dello stress e dell'uso dei social media?

Alcuni anni fa, quando ho iniziato a ricercare gli effetti dei social media sui giovani, la maggior parte delle preoccupazioni riguardava l'accesso a cose come la pornografia e la possibilità che i bambini venissero avvicinati da estranei online. Mentre queste sono ancora questioni importanti da affrontare, penso che sempre più gli aspetti più nascosti del mondo online abbiano il potenziale per influenzare la salute mentale dei nostri figli.

I giovani vivono oggi in un mondo costantemente connesso e, sebbene ciò comporti vantaggi, ha anche la sensazione di essere costantemente visibile e, per estensione, giudicato. Questa maggiore consapevolezza della tua visibilità e accesso alle opinioni di altre persone su; come appaiono, si comportano, agiscono, cosa pubblicano, quanto spesso pubblicano, cosa amano, come commentano gli altri profili - stanno lasciando molti bambini stressati e incapaci di disattivare il senso amplificato di autocoscienza che i social media inevitabilmente ti lascia con.

Se sospetti che i tuoi figli sentano la pressione per ravvivare le loro identità online, ci sono alcune cose che puoi fare:

Modi per sostenere tuo figlio

1. Tieniti informato: informati sui siti di social media utilizzati da tuo figlio in modo da poter davvero capire cosa stanno provando. È più probabile che prendano in considerazione i tuoi consigli se parli la loro lingua.
2. Incoraggia il pensiero critico: sii consapevole di come approcci una discussione con tuo figlio. Evita di essere giudicante o di predicare, invece invita i tuoi figli a parlare dei loro sentimenti e incoraggiali a riflettere criticamente sul perché fanno ciò che fanno online, sulla pressione che provano e su quanto controllo hanno effettivamente.

3. Parla in generale: non aver paura di parlare dei social media come un fenomeno che colpisce non solo loro ma tutti. Questo potrebbe rendere più facile per loro aprirsi e pensare in modo critico. Ad esempio, potresti discutere se i social media possono distorcere le aspettative di bellezza o popolarità o quanto credono che le immagini o le idee che i loro amici o effettivamente pubblicano siano una rappresentazione realistica della vita e della felicità.

4. Riconosci che a volte le cose possono sembrare travolgenti: esami, famiglia, impegni scolastici, amici, è molto difficile destreggiarsi: prendi in considerazione questo. La normalizzazione aiuterà a contenere i sentimenti di ansia. Guarda anche come i loro impegni sui social media si aggiungono alla loro lista di cose da fare. In questo modo sarà più facile per loro parlare di confini quando si tratta di quanto tempo trascorrono impegnandosi sui social media.

5. Aiutali a sviluppare aspettative realistiche e migliori capacità di gestione del tempo: digli che capisci quanto sia importante il social media per loro e che lo rispetti, ma spiega anche che i sentimenti stressati sono qualcosa che puoi empatizzare e aiutare. Lavorare insieme per impostare un programma di compiti a casa e altri impegni. Assicurati di incorporare i tempi di inattività di tutti i "must to", compresi i social media. Parla di attività che possono aiutare a ridurre lo stress come l'attività fisica e la creatività e l'importanza del tempo faccia a faccia con gli amici di famiglia. Aiutali a capire che l'idea che le cose 2 (connessione in linea e connessione faccia a faccia) non debbano essere reciprocamente esclusive.

Catherine Knibbs

Psicoterapeuta trauma infantile (Cybertrauma)
Sito Web esperto

Qual è l'impatto maggiore che i social media possono avere sulla salute mentale? Cioè immagine del corpo, sonno, FOMO? Cosa dovrebbero fare i genitori?

I social media possono essere un'arma a doppio taglio. Laddove fornisce molti benefici positivi delle interazioni relazionali tra i giovani, può anche evidenziare dove esistono difficoltà in tali relazioni. Simile alle pressioni del parco giochi per adattarsi, conformarsi e l'unità di appartenenza, può apparire con una sensazione persistente quando si trova nello spazio digitale. Ogni impatto è individuale e i segni che i genitori devono cercare sono individuali come ogni bambino e le pressioni che affrontano.

Come genitori, è utile capire che queste pressioni possono essere percepite da un cervello adolescente come più intenso per loro e non sono sciocche o esagerate. Un approccio aperto, non giudicante e una delicata curiosità possono aiutare in questo. I giovani che lottano con le relazioni interpersonali potrebbero aver bisogno di un quadro più gentile e accettabile per poter formare o creare un'identità che li aiuti a muoversi in questo periodo ed essere resilienti a queste pressioni. Chiedi a un giovane di cosa ritiene che il mondo digitale sia la colpa (molti giovani hanno un'opinione su questo) e quelle risposte riveleranno come percepiscono le pressioni che loro e gli altri possono subire.

Laura Higgins

Direttore della Community Safety e Digital Civility, Roblox
Sito Web esperto

I social media sono sempre più visti come un fattore dannoso nella salute mentale dei bambini, esiste un modo in cui possono essere utilizzati per avere un impatto positivo sulla salute mentale dei giovani?

Il supporto può essere trovato nei posti più strani, lo chiamiamo "trovare la tua tribù". Allo stesso modo in cui nel mondo fisico sei attratto dalle persone in base a aspetto, atteggiamento, valori e interessi simili, lo stesso vale online. Se un giovane sta vivendo un periodo basso, affetto da ansia o peggio, cercherà altri utenti di Internet con problemi simili, per chiedere il loro supporto, consulenza e strategie di coping.

Spesso, scelgono piattaforme anonime in cui possono esprimersi senza imbarazzo o sentirsi giudicati, e la risposta in queste comunità è assolutamente schiacciante e positiva. Molte persone che gestiscono i loro problemi di salute mentale tornano in queste comunità per offrire supporto tra pari, per "restituire qualcosa". E se esiste una moderazione adeguata, questa è una cosa adorabile.

Alcuni giovani potrebbero mettere in dubbio la propria sessualità ma non sentirsi in grado di parlarne, altri potrebbero essere imbarazzati per i loro problemi di ansia o preoccupazioni per l'immagine del corpo. Avere una rete sicura e di supporto intorno a te è incredibilmente importante in quei momenti, e ciò non accade solo "nel mondo reale".

Ci sono anche ottimi esempi di organizzazioni benefiche che usano la tecnologia per interagire positivamente con i giovani. Kooth è un esempio, una piattaforma di consulenza online e di benessere emotivo per bambini e giovani, che offre consiglieri e consulenza moderata da pari a pari. Altri esempi sono piccoli enti di beneficenza e consulenti che monitorano i contenuti sui siti di social media e contattano le persone se compaiono in difficoltà, offrendo i loro servizi quando sono più necessari - “Vedo che stai vivendo un brutto momento, puoi chiamarci gratis su xxx ".

È meglio per un giovane chiedere sostegno da qualunque parte provenga, piuttosto che soffrire in silenzio.

Sappiamo che le esigenze dei social media possono influenzare alcuni giovani, accelerando le pressioni riscontrate nel mondo offline o creando aspettative irragionevoli sulla posizione sociale e sull'immagine corporea. Alcuni giovani possono persino trovarsi dipendenti dai sentimenti di convalida che provengono da Mi piace e condivisioni. Ma i social media hanno elementi sia buoni che cattivi e potrebbe non essere facile come pensi per tuo figlio semplicemente spegnerlo, specialmente quando molti giovani lo usano anche come fonte di intrattenimento, comunità e supporto.

Come genitore, è importante ricordare che i giovani affrontano sfide in tutti gli elementi della loro vita e i social media possono essere solo una parte di un quadro complesso. Se tuo figlio sembra utilizzare molto i social media e si sta stressando, cerca di aiutarli a ritrovare l'equilibrio tra la loro vita online e offline. Il mix ha un articolo con alcune strategie per prendersi una pausa dai social media. Incoraggia i tuoi figli a riflettere

Scroll Up