Come posso aiutare il mio adolescente a non condividere troppo sui social media? | Questioni di Internet
MENU

Come posso aiutare mio figlio a non sovra-condividere sui social media?

Con la crescita dei social media tra interpolazioni e adolescenti di tutti i tempi, i nostri esperti forniscono spunti su come aiutare i bambini a pensare a ciò che condividono sui social e all'impatto che questo può avere su di loro ora e mentre crescono.

Con la crescita dei social media tra i giovani e gli adolescenti ai massimi storici, i nostri esperti forniscono approfondimenti su come aiutare i bambini a pensare a ciò che condividono sui social e all'impatto che questo può avere su di loro ora e mentre crescono.


Dr. Linda Papadopoulos

Psicologo e ambasciatore delle questioni Internet
Sito Web esperto

I bambini sono più inclini alla condivisione eccessiva online?

Sì. Se non hanno esperienza dei pericoli di esso e anche di alcuni siti, cambia la loro attenzione. Siti come Snapchat originariamente riguardavano la pubblicazione di foto e ora si tratta di servizi di localizzazione e localizzazione reciproca. Come conseguenza dei cambiamenti e della partecipazione dei loro amici, i bambini si sentono molto più sicuri online, il che potrebbe non essere necessariamente il caso.

Potrebbero non essere consapevoli delle differenze, è diverso da come lo vedono è davvero importante.

1. I bambini devono essere consapevoli delle loro impostazioni sulla privacy, va bene se i loro amici sanno dove si trovano, ma se si tratta di qualcuno che non conoscono, è molto più preoccupante.

2. Ricorda ai bambini di non postare in tempo reale, è molto importante. “Adesso sono al parco” oppure “Adesso sono in vacanza con i miei genitori”. Tutte queste cose sono potenzialmente pericolose.

3. Pensa a cosa stanno condividendo. Anche condividendo date di nascita o nomi di animali domestici, cose che potrebbero essere utilizzate per condividere identità. Renderli consapevoli che questo è un potenziale problema.

4. Parla di quale foto stanno postando e perché? Il piccolo mondo di un bambino è influenzato dalle loro norme tra i loro amici. Consenti loro di pensare a ciò che stanno pubblicando, ad esempio, una foto di una vacanza in costume da bagno e convincili a pensare al motivo per cui potrebbe non essere appropriato.

5. Mantieni viva quella comunicazione, se non stai spiegando perché sei preoccupato invece di dire semplicemente "non farlo", non lo capiranno. Spiega loro che comprendi l'importanza del loro mondo online ma grazie alla tua esperienza puoi capire la proiezione. Se parli loro delle piccole cose, è più facile parlare con loro delle grandi cose. Parlare con loro della loro impronta digitale fin dall'inizio ti consentirà di continuare a conversare mentre crescono.

Come possono i genitori sostenere i propri figli se condividono in eccesso i social media?

Qualunque sia la nostra età e la nostra fase della vita, probabilmente ad un certo punto abbiamo tutti condiviso troppo. Non c'è niente di sbagliato nel condividere con gli altri. È emotivamente salutare togliersi le cose dal petto, ma una cosa è dirlo a qualcuno che ami e di cui ti fidi, e un altro è condividerlo con 3000 follower nella speranza che ti diano la risposta di cui hai bisogno (hug emoji).

Il problema è che non tutti sono gentili. Ci sono persone che prendono il nostro dolore, i nostri segreti, le nostre paure e speranze e ci ridono in faccia (o spettegolano, condividono e commentano). Come genitori dobbiamo stare attenti a non condividere eccessivamente noi stessi: i bambini stanno guardando. Possiamo dimostrare ai nostri figli che va bene provare sentimenti ed emozioni forti, ma che è meglio condividerli con la nostra famiglia e gli amici più stretti.

Incoraggiali a stare molto attenti in momenti in cui potrebbero sentirsi vulnerabili, come di notte o dopo un drink. Se hanno sovraccarico e se ne pentono, ci sono opzioni. Elimina post e segnala / disattiva / blocca chiunque offra abusi. Se hanno condiviso qualcosa che ha ferito qualcun altro, chiedo scusa. Incoraggiali a asciugarsi le lacrime, iniziare una nuova storia e scrollarsela di dosso. Le notizie di oggi verranno dimenticate domani, per quanto imbarazzante possa sembrare in questo momento.

Lorin LaFave

Campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza in Internet
Sito Web esperto

Come possiamo incoraggiare gli adolescenti a riflettere attentamente su ciò che condividono?

Quando penso alle felici festività natalizie su di noi, mi dispero. Soprattutto per non poterlo condividere con il mio bellissimo ragazzo Breck. Ma quando penso da un punto di vista lavorativo, mi spaventa pensare a tutti i nuovi dispositivi che verranno acquistati in questo mese affinché i bambini possano avere un contatto intimo online con estranei, e magari con uno dei Pedofili 750,000 che NSPCC crede di nascondersi nella nostra terra di Internet nel Regno Unito. Non sto cercando di essere un downer, chi vorrebbe ascoltarlo?

Ma spero solo di ricordare a tutti che abbiamo tutti avuto "diritti di passaggio" crescendo. È normale e qualcosa di carino da aspettarsi. Ma alcuni genitori non stanno ponendo alcuna restrizione a ciò a cui i loro figli possono accedere e questo non può essere positivo quando si esaminano i rapporti recentemente rilasciati in cui si afferma che ci sono oltre 70,000 indagini all'anno su CSE (sfruttamento sessuale dei minori) online.

Incoraggio tutti i genitori a essere consapevoli di chi e con cosa i loro figli interagiscono online e di cosa pubblicano. I miei stessi ragazzi mi mostrano regolarmente foto seminude e nude di amici che pensano solo che sia una risata o vogliono impressionare qualcuno, ea volte ci sono elementi divertenti in ciò che pubblicano, ma mi preoccupa pensare come potrebbe andare storto in il futuro, con il bullismo, lo sfruttamento o semplicemente dover rispondere a qualcuno perché hanno pubblicato questo in primo luogo.

Ai più giovani sotto i 13 anni dovrebbe essere concesso il diritto di essere solo bambini e non devono preoccuparsi di quanto siano apprezzati o seguiti, questo incoraggia solo l'esplorazione di più adulti e comportamenti rischiosi in un mondo sconosciuto che potrebbero non essere preparato per. Attieniti alle classificazioni PEGI, fallo e basta. E coinvolgi i genitori degli amici dei tuoi figli stabilendo alcune regole di base di gruppo, dopotutto, sono i genitori che acquistano i dispositivi in ​​primo luogo e pagano le bollette.

Goditi le vacanze insieme, imposta i dispositivi per un po 'di tempo tradizionale e insegna ai tuoi figli a giocare a Virtual / Live Real questa e ogni stagione delle vacanze.

Scrivi il commento

Scroll Up