La pressione dei coetanei per far arrivare i bambini agli ultimi smartphone quando iniziano la scuola

Come molti genitori, Ali ha preso la decisione di dare ai suoi figli telefoni cellulari quando hanno iniziato la scuola secondaria, leggere come affronta le sfide che ha affrontato.

Il passaggio alla scuola superiore ha comportato che i bambini prendessero gli autobus pubblici, trovassero la fermata giusta e arrivassero a scuola in tempo, tutte cose che avevano il potenziale per andare storto. "Per me, ho sentito che il telefono era così importante", spiega Ali. "Ci sono state occasioni in cui hanno perso l'autobus dopo la scuola e ho dovuto andare a prenderli."

Rimanere in contatto in movimento

Per cominciare, Ali inserisce i numeri di famiglia nei telefoni dei bambini e imposta i blocchi parentali per assicurarsi che non possano scaricare app senza inserire un codice che solo Ali conosceva. "All'inizio, si trattava solo di assicurarsi che potessero contattare me, il loro papà o i nonni in caso di emergenza."

A 13 e 17, entrambi i bambini portano i telefoni a scuola e li usano per tenere informato Ali se perdono l'autobus o se i loro conti del pranzo devono essere ricaricati. Ma nel tempo, sono stati utilizzati per altre cose.

Regole della scuola sui telefoni

"Esiste una regola a cui non è permesso usarli senza il permesso di un insegnante, ma non credo che sia applicato", afferma Ali. "Entrambi i ragazzi hanno chiamato e Facebook mi ha mandato un messaggio da scuola: sanno dove andare e non vengono scoperti."

Peer pressione per avere gli ultimi telefoni

Finora, il problema più grande è stata la pressione dei pari su quale telefono avere. All'inizio, a entrambi i bambini venivano dati i telefoni di base per le chiamate e gli sms, ma la pressione dei colleghi significava che presto avrebbero voluto telefoni "migliori" come quelli dei loro amici. Ci sono state anche alcune occasioni in cui i telefoni sono stati persi o rotti dopo essere stati incasinati.

"Mio figlio inizialmente aveva un iPhone, ma ha rotto due schermi in due mesi, quindi per il resto dell'anno, gli ho dato un telefono Android economico e ha avuto un nuovo telefono per il suo compleanno", dice Ali.

Oggi, entrambi i ragazzi hanno contratti e Ali confessa che si preoccupa di essere bloccata pagando una quota mensile per qualcosa che non possono usare, se i portatili si rompono. Per proteggersi da questo, Ali paga l'assicurazione per entrambi i telefoni e ci sono limiti su entrambi i telefoni per garantire che i ragazzi non possano pagare fatture elevate.

La più grande preoccupazione: il bullismo online sui social

A parte le spese dei nuovi telefoni, Ali afferma che la sua più grande preoccupazione è stata il bullismo e consentire ai bambini di essere sui social media. Nel complesso, tuttavia, i benefici superano le preoccupazioni. “Viviamo in un piccolo villaggio e mio figlio più piccolo non ha molti amici della sua età qui. Penso che senza il suo telefono sarebbe molto isolato ", dice Ali. "Lo sento ridere e scherzare con i suoi amici al telefono ed è bello vedere che non si sta perdendo."

In 13, Ali monitora più da vicino suo figlio minore sui social media. “Temo che abbia troppe briciole libere. Ho verificato che aveva rimosso la codifica della posizione sul suo Snapchat, ma penso che, in una certa misura, devo fidarmi di lui e rispettare la sua privacy ", afferma.

C'è un po 'di monitoraggio dei messaggi poiché vengono copiati sull'iPad di famiglia e Ali afferma che suo figlio maggiore tende a tenere d'occhio l'attività di suo fratello online. "Tenderà a farmi sapere se c'è qualcosa che dovrei fare ora."

Fidarsi dei bambini per fare scelte intelligenti online

Entrambi i ragazzi dovrebbero spegnere i dispositivi a 10pm (prima di coricarsi) e Ali si fida di seguire le regole. Fidandosi di loro, spera che si sentano in grado di comunicare con lei se sono preoccupati o turbati da qualcosa.

"Il meglio che posso fare è tenere il passo con le notizie di notizie su cose nuove nel mondo digitale", afferma Ali. “Chiedo se sento che stanno chattando con qualcuno il cui nome non riconosco, ma cerco sempre di bilanciarli mentre parlano con me, con i loro segreti. È un costante equilibrio. "

Risorse documento

Guarda il nostro video sul controllo dello stato mobile per assicurarti che lo smartphone di tuo figlio sia configurato in modo sicuro

Guarda il video

Messaggi recenti

Scroll Up