La lettera della mamma esorta tutti a resistere al bullismo in seguito al suicidio del figlio

L'impatto del bullismo online e offline può essere devastante e in seguito alla tragica perdita di suo figlio, Lucy Alexander ha scritto una lettera aperta a genitori, insegnanti e bambini per fare tutto il possibile per sradicare il cyberbullismo.

Lettera aperta di Lucy Alexander:

Ad 27 di aprile 2016 il nostro bellissimo figlio 17 di anni si è tolto la vita. Decise di farlo perché non vedeva alcun modo di essere felice.

La sua fiducia e autostima erano state erose per un lungo periodo di tempo dal comportamento di bullismo che aveva sperimentato nell'istruzione secondaria.

È iniziato con scortesia e isolamento sociale e nel corso degli anni con l'avvento dei social media è diventato crudele e travolgente.

Le persone che non avevano mai incontrato Felix lo stavano abusando dei social media.

Scoprì che non era in grado di stringere amicizie e amicizie poiché era difficile fare amicizia con il ragazzo più "odiato" della scuola.

I suoi compiti a scuola ne soffrirono e trovò la scuola una lotta quotidiana

Ha cambiato scuola per la sesta forma, qualcosa che non avrebbe mai contemplato prima, poiché anche se era miserabile, era anche terrorizzato dall'ignoto ed era sicuro che, poiché si sentiva così inutile, un'altra scuola non avrebbe fatto alcuna differenza.

Fece amicizia con la sua nuova scuola e il personale docente lo trovò brillante, gentile e premuroso.

Era tuttavia così gravemente danneggiato dall'abuso, dall'isolamento e dalla cattiveria che aveva sperimentato che non era in grado di vedere quante persone si prendessero davvero cura di lui.

È iniziato con scortesia e isolamento sociale e nel corso degli anni con l'avvento dei social media è diventato crudele e travolgente.

Le persone che non avevano mai incontrato Felix lo stavano abusando dei social media

Scoprì che non era in grado di stringere amicizie e amicizie poiché era difficile fare amicizia con il ragazzo più "odiato" della scuola.

Scrivo questa lettera non per simpatia, ma perché ci sono molti più bambini come Felix che stanno lottando e dobbiamo svegliarci nel mondo crudele in cui viviamo.

Faccio appello ai bambini affinché siano gentili SEMPRE e non stiano mai in piedi e non rimandino il bullismo.

Sii quella persona pronta a resistere alla cattiveria. Non ti pentirai mai di essere un buon amico

Mi è stato detto che "tutti dicono cose che non significano sui social media".

La cattiveria viene liquidata come "battuta" e poiché non riescono a vedere l'effetto delle loro parole non credono che ce ne sia una.

Una citazione che ho visto su Facebook ha recentemente risuonato con me e penso che valga la pena pensarci prima di pubblicare qualcosa sui social media.

I nostri figli devono capire che le azioni hanno conseguenze e che le persone sono ferite, a volte fatalmente da questi cosiddetti "guerrieri della tastiera".

Non tutti i bambini partecipano ad abusi online, ma possono essere colpevoli di consentire ad altri di farlo.

Lo fanno non segnalandolo, non supportando o facendo amicizia con il bambino maltrattato, il che convalida semplicemente il comportamento del bullo.

Invito gli insegnanti a cercare segni che i bambini stiano lottando

Scarsi voti o cattivi comportamenti possono segnalare un bambino che chiede aiuto.

Questo è il modo in cui i giovani comunicano ora e molti stanno effettivamente perdendo la capacità di comunicare efficacemente faccia a faccia.

In diverse occasioni abbiamo rimosso ogni forma di social media da Felix in quanto causava tanta angoscia, ma questo lo ha ulteriormente isolato e ha ritenuto che fosse una punizione e non una protezione.

Guarda Twitter, Instagram, Snapchat, Google chat e Facebook dei tuoi figli.

Aiutali a capire che se scrivono o pubblicano qualcosa che non vorrebbero che tu leggessi, non dovrebbero farlo. Aiutali a modificarsi da soli prima di pubblicare.

Cosa guardano online nelle loro camere da letto? I bambini stanno assistendo a una forma deformata della realtà mentre la violenza e la pornografia vengono "normalizzate" dalla loro facilità di accesso.

Abbiamo la responsabilità collettiva di impedire che altre giovani vite si perdano per cattiveria e bullismo.

Potresti vedere che ho usato ripetutamente una parola in questa lettera e non mi scuso per questo.

La parola è gentilezza. L'ho detto al funerale di nostro figlio. Sii sempre gentile, perché non sai mai cosa c'è nel cuore o nella mente di qualcuno.

Le nostre vite sono state irrimediabilmente danneggiate dalla perdita del nostro meraviglioso figlio; per favore, non lasciare che accada a nessun'altra famiglia.

Vedi altre storie dei genitori

Informazioni aggiuntive

Visita il nostro pagine di cyberbullismo per sapere come preparare il tuo bambino ad affrontare il cyberbullismo nel caso dovesse accadere a lui.

Supportare la settimana contro il bullismo

Partecipa alla settimana contro il bullismo: usa il tuo 'Potenza per il bene'

Messaggi recenti

Scroll Up