La mamma condivide la sua esperienza di protezione di pre-adolescenti esperti di contenuti digitali da contenuti inappropriati

Beth condivide il modo in cui aiuta il suo esperto 10 digitale a navigare i rischi di vedere contenuti inappropriati attraverso le piattaforme che utilizza, da YouTube a Xbox.

Nella famiglia di Beth, il bambino di dieci anni è l'utente più entusiasta della tecnologia. Gli piace giocare ai videogiochi sulla sua Xbox e usa anche l'iPad e i vecchi telefoni dei genitori per guardare video di YouTube, giocare online e realizzare video TikTok.

Esperienze di visualizzazione di contenuti inappropriati

All'inizio di quest'anno, Charlie stava giocando su YouTube quando è riuscito ad accedere ad alcuni contenuti inappropriati. "Charlie stava guardando i video dei bambini e ha iniziato a fare clic sui collegamenti video consigliati che vengono visualizzati alla fine", spiega Beth. "Ha finito per guardare alcuni video di YouTuber adolescenti che facevano scherzi, ma anche usando un linguaggio davvero forte e provocatorio".

Non è la prima volta che Charlie sperimenta il rovescio della medaglia dei contenuti online. Quando era più giovane, è riuscito a accumulare centinaia di sterline sulla bolletta del telefono dei nonni spendendo soldi per una partita di calcio online.

"Abbiamo sicuramente imparato l'importanza dell'utilizzo dei numeri PIN per proteggere i dispositivi, ma soprattutto si trattava di parlare con Charlie", spiega Beth. "Gli è stato detto che può solo iscriversi a canali di gioco puramente ritenuti idonei. Ho anche guardato quei canali da solo, quindi so che è adatto alla sua fascia di età. "

Per quanto riguarda gli acquisti online senza permesso, a Charlie è stato chiesto di scrivere una lettera di scuse a suo nonno. "Dopo il panico iniziale, ci siamo calmati tutti e abbiamo spiegato come funzionavano i giochi e che si stavano spendendo soldi veri", aggiunge Beth.

Bilanciare i problemi di sicurezza e dare ai bambini la libertà di esplorare

Per i genitori, consentire ai bambini più libertà online può essere preoccupante. Beth dice che avrebbe apprezzato più controlli all'interno dei giochi e dei video stessi, quindi i bambini semplicemente non possono accedere a contenuti eccessivamente per adulti o commerciali. “Penso anche che le scuole potrebbero fare di più per spiegare i pericoli. Ci viene dato un opuscolo all'inizio del mandato, ma un'esperienza di prima mano più pratica funzionerebbe meglio delle pagine di testo ", afferma Beth. "Deve essere mirato ai bambini stessi, quindi ottengono una comprensione".

Visualizza sulla legge di verifica dell'età

Beth sostiene l'idea della legislazione delle piattaforme Internet, ma teme quanto sarà efficace la legislazione sulla verifica dell'età proposta. “Ad esempio, la maggior parte dei social network richiede che i bambini siano 13 per iscriversi, ma so che metà della classe di Charlie ha pagine Instagram e Facebook all'età di 9 o 10. Bisogna sicuramente fare di più per proteggere i bambini, specialmente su YouTube, dove chiunque può caricare contenuti che sembrano innocui ma possono diventare sinistri in pochi secondi ", afferma.

Utilizzando una varietà di strumenti per proteggere i bambini

Negli ultimi mesi, Beth e suo marito hanno apportato alcune modifiche a casa. Ciò ha incluso l'aggiunta del riconoscimento delle impronte digitali a tutti i dispositivi associati alle carte di credito e l'utilizzo delle impostazioni per garantire che ciò sia sempre necessario per effettuare un acquisto.

Charlie ora sta usando l'app YouTube Kids, che non è perfetta ma rassicura Beth che è meno probabile che Charlie si imbatta in contenuti inappropriati. "Penso che Charlie sia il maggiore, è stato un campo minato, ma mi sento molto più in controllo e consapevole di ciò che può accadere per i miei bambini più piccoli", afferma.

I genitori condividono preoccupazioni su contenuti inappropriati

Ciò che ha sorpreso Claire della sua esperienza è stato quanto fosse comune tra gli altri genitori. "Una volta che l'ho menzionato, tanti amici e parenti hanno avuto storie simili", afferma Beth. “Il bambino di tre anni di un amico stava guardando un episodio di Peppa Pig quando Peppa si trasformò in un demone e iniziò ad attaccare gli altri personaggi. Era incredibilmente sconvolta. "

Beth è una madre sposata di 30 di Charlie di dieci anni e di due figlie gemelle di cinque anni Poppy e Phoebe, che vivono nello Shropshire, in Inghilterra.

Altro da esplorare

Se desideri saperne di più su come aiutare i tuoi figli a rimanere online in sicurezza, ecco alcune fantastiche risorse:

Scroll Up