La mamma condivide le regole di base sulla gestione del tempo dello schermo con gli adolescenti

Condividendo il modo in cui supporta la sua coppia e adolescenti, Sarah mamma di 3 condivide il suo approccio rilassato al tempo dello schermo e alcune regole di base che segue per guidarli nella giusta direzione

"Onestamente, sembra una battaglia persa, specialmente con Archie, che è 14", dice Sarah. "Non sono del tutto sicuro che gestiamo il tempo di visualizzazione."

Mantenimento delle regole del tempo dello schermo

Quando i bambini erano un po 'più piccoli, Sarah e suo marito avevano delle regole sul tempo dello schermo. Man mano che crescevano, le regole si attenuavano un po 'e poi un po' di più. “Ora sono praticamente usciti dalla finestra! Fino a poco tempo fa, Archie spegneva i suoi dispositivi a 9.30pm in una sera di scuola, ma questo ha iniziato a scivolare, quindi ho cambiato le regole in 10 pm. Tuttavia, infrange ancora quella regola quasi tutte le sere ”, ammette.

Nel complesso, il tempo di visualizzazione dei bambini si basa sulla loro età e sulla quantità di sonno di cui hanno bisogno. "La mia bambina di 12 ha bisogno di più sonno rispetto ai suoi fratelli, quindi deve spegnersi prima", dice Sarah. "Il mio 17 di anni va a letto molto dopo di me e sarà al telefono fino a quando non andrà a letto."

I rischi online non sono una preoccupazione

Sarah ammette che non si preoccupa di quello che stanno facendo online. La maggior parte dell'attività è guardare video o chattare con gli amici, cosa che Sarah considera innocua. “A volte mi sorprenderanno perché guardano video scientifici o video di notizie abbastanza geek su Snapchat. Vorrei solo che passassero meno tempo a farlo! ”Dice.

In un mondo in cui l'attività online è spesso considerata molto rischiosa per i giovani, Sarah afferma di non preoccuparsi davvero. “Sono bambini sensibili e sanno cosa dovrebbero e non dovrebbero fare. I loro account sono privati ​​e interagiscono solo con persone che conoscono. "

Rilassato avvicinato al controllo parentale

Non sorprende quindi che Sarah non utilizzi alcun software di monitoraggio parentale. "Può essere stupido ma mi fido di loro", dice. "Nessuno chiude mai una porta della nostra casa, così posso sempre guardarmi alle spalle e vedere cosa stanno guardando."

Conversazioni di sicurezza online semplici

La famiglia salta anche lunghe chat sulla sicurezza online. "Non è facile avere una conversazione con un adolescente se non vogliono avere una conversazione", dice Sarah. "Non voglio creare conflitti inutilmente". Invece, Sarah manterrà le conversazioni leggere e potrebbe occasionalmente chiedere ai bambini cosa stanno guardando. "Potrebbero dire 'niente', ma mostra loro che sono interessato e non sto dando loro un freno completamente libero."

Per i genitori con adolescenti, il consiglio di Sarah è quello di mantenere semplici le regole. “Avere un orario di chiusura di notte e renderlo diverso per le serate scolastiche e non scolastiche. Adatta queste regole man mano che i bambini crescono. È importante mostrarti rispettare la loro maturità. "

Per quanto riguarda i genitori con bambini più piccoli, Sarah consiglia loro di non giudicare fino a quando anche loro non avranno adolescenti. “Se i genitori dei bambini più piccoli leggono questo e aggrottano le sopracciglia, pensando che non saranno così quando i loro figli saranno adolescenti, buona fortuna! Perché diventerà davvero così. "

Sarah è una mamma di tre figli, che lavora a tempo pieno. Attualmente sta affrontando la sfida di gestire il tempo dello schermo con i suoi figli, 12, 14 e 17.

Altro da esplorare

Ecco altre risorse per aiutarti a proteggere il tuo bambino online

Scroll Up