Cosa devi sapere sul disturbo da gioco dell'OMS

Il Disturbo del gioco è stato aggiunto alla classificazione della malattia ICD-11 dell'OMS nella sezione "Disturbi dovuti a comportamenti di dipendenza". Specifica le condizioni cliniche da soddisfare se a un individuo deve essere diagnosticata una patologia da gioco.

  • "Il disturbo del gioco è caratterizzato da un modello di comportamento di gioco persistente o ricorrente ..." manifestato da:
    "Controllo alterato sui giochi"
  • "Crescente priorità data al gioco nella misura in cui il gioco ha la precedenza su altri interessi della vita e attività quotidiane"
  • "Continuazione o escalation del gioco nonostante il verificarsi di conseguenze negative".

Tutti e tre i sintomi devono essere gravi, quindi "comportano una significativa compromissione delle funzioni personali, familiari, sociali, educative, professionali o di altre importanti aree di funzionamento". Inoltre, il modello di comportamento dovrebbe essere "normalmente evidente per un periodo di almeno 12 mesi per l'assegnazione di una diagnosi ”.

Come puoi dire dai criteri sopra. Per rientrare in questa categoria di "disturbo del gioco" (non usano il termine "dipendenza da gioco") devi essere al limite estremo dello spettro del comportamento. Ciò si applicherà a una piccola parte della popolazione.

Vale anche la pena notare che questo rientra nella categoria dei comportamenti di dipendenza, piuttosto che nella categoria di uso di sostanze vicine. Ciò indica la differenza tra comportamento che crea dipendenza dai videogiochi e sostanze che creano dipendenza come alcol, nicotina e caffeina. Il livello di dopamina fornito da un videogioco è alla pari con il consumo di una pizza piuttosto che con queste altre sostanze che creano dipendenza.

Sebbene vi siano polemiche e disaccordi sulle basi scientifiche per l'inclusione del nuovo disturbo del gioco nei criteri dell'OMS, se osservati in modo accurato può essere un utile fattore di distinzione tra i bambini a cui piace giocare troppo e quelli che mostrano un comportamento clinico che crea dipendenza. È importante sottolineare che ciò consente ai genitori di considerare le cause più ampie di comportamento e cercare un aiuto adeguato.

Genitorialità non medicalizzante

Mentre è improbabile che l'estrema diagnosi del disturbo da gioco si applichi a tuo figlio, offre un linguaggio utile per identificare quando i bambini si allontanano dal divertimento e accaniscono il gioco in schemi meno salutari. Mentre i bambini che non smettono di giocare quando è l'ora della cena non sono certamente affetti da un disturbo, sono più probabilmente entusiasti di nuove amicizie e avventure, i genitori dovrebbero tenere d'occhio ogni bambino che trascura le relazioni, l'esercizio fisico, il lavoro scolastico e personale igiene a favore dei giochi.

Ma è necessaria attenzione per garantire che serviamo meglio i bambini qui. Esiste un pericolo, con discorsi così spaventosi e specifici sul disturbo dei videogiochi, che i genitori assumono troppo rapidamente che le abitudini di gioco dei bambini sono un problema medico piuttosto che genitoriale. Leggendo titoli allarmanti, è facile confondere l'entusiasmo troppo zelante e il godimento avido con un disturbo clinico. Dobbiamo usare con attenzione queste etichette estreme per non banalizzare altri problemi di salute mentale.

Piuttosto che cercare un aiuto medico professionale per un bambino che gioca troppo, è meglio interagire e guidare il proprio gioco. Questo ti permette di capire se c'è qualcos'altro nella loro vita che li riguarda, che è semplicemente emerso quando stanno giocando. Non esiste medicina migliore per ristabilire l'equilibrio nella vita di tuo figlio della tua presenza e della comprensione condivisa che genera.

Il potere del gioco

Gioca insieme e trova attivamente una varietà di giochi per far divertire tuo figlio. Questo approccio, soprattutto se iniziato in tenera età, manterrà il gioco sicuro e ragionevole per la stragrande maggioranza dei giovani.

Gioca tu stesso per viverli in prima persona. Ciò non solo ti consente di accedere ai mondi fantasiosi e creativi di cui godono i tuoi figli, ma ti consente di capire perché potrebbero non voler smettere di giocare.

Trova il tempo di parlare dei videogiochi con tuo figlio. Il mondo del loro videogioco preferito non è solo il gioco stesso, ma la comunità di altri giocatori, la ricerca online e i video in streaming che guardano.

Il gioco è una potente forza positiva nella vita di tuo figlio. La situazione del gameplay video come parte della vita familiare consente ai bambini di valorizzarli insieme ad altre attività piuttosto che a qualcosa di separato che li allontana dalla famiglia.

Limiti temporanei

Laddove il tempo di gioco è diventato un problema, l'introduzione di limiti automatici può dare a te e al tuo bambino lo spazio per ripristinare l'equilibrio. Questi non dovrebbero essere visti come una soluzione a lungo termine in quanto è importante che i bambini imparino a mediare il proprio tempo di gioco senza la sorveglianza dei genitori, quindi hanno abitudini sane.

Puoi utilizzare le impostazioni sulla tua console di gioco, smartphone e tablet. Ci sono anche impostazioni per limitare il gioco online sulla maggior parte dei router Internet. Puoi utilizzare un dispositivo come Circle che ti consente di controllare più dispositivi tramite una semplice app.

Tuttavia, ci riesci, usalo come un'opportunità per parlare di un tempo di gioco appropriato con tuo figlio. Stabilire limiti insieme, con il loro contributo, è un buon passo verso di loro assumendosi la responsabilità di come vogliono trascorrere il loro tempo. Significa anche che quando scade il tempo e il sistema si ferma automaticamente, è un limite che accettano e comprendono.

Aiuto professionale

Se questi passaggi non aiutano e continui a identificare tuo figlio come caduto nei criteri dell'OMS per il disturbo del gioco, è importante ottenere un aiuto professionale. Googling "disturbo del gioco" o "dipendenza da gioco" rivelerà presto siti Web e organizzazioni che cercano di attirare affari da genitori preoccupati. Esiste un numero crescente di questi servizi di dipendenza da gioco specializzati che sono costosi e privi di ampie competenze cliniche.

È importante trovare un aiuto professionale sia olistico che con trattamenti empiricamente validi. Mentre le cliniche per la dipendenza da giochi, i gruppi di Facebook, i campi di disintossicazione e le reti di genitori offrono con entusiasmo aiuto, il pericolo è che concentrarsi esclusivamente sulle abitudini di gioco possa mascherare altri problemi.

L'azione migliore da fare è vedere il tuo medico che può fornire un'adeguata consulenza medica. Questo potrebbe essere per identificare il disturbo del gioco come stabilito dall'OMS, ma allo stesso modo potrebbe identificare altri problemi preesistenti come la vera causa degli effetti che vedi nei giochi di tuo figlio.

Risorse per il supporto

Per supporto e ulteriori informazioni su giochi sani, le seguenti risorse a cui o contributo o le famiglie hanno trovato utili:

Risorse

Ulteriori informazioni su Andy Taming Gaming: guida il tuo bambino al libro sulla salute dei videogiochi per aiutare tuo figlio a ottenere il meglio dalla sua esperienza di gioco.

visita il sito
Scroll Up