Screen time: impostazione di regole rigide e equilibrio corretto

Una mamma di tre persone offre informazioni sul suo rigido regime sullo schermo durante le vacanze e sui potenziali punti di pressione.

Jacinta Zaccaria crede che i bambini abbiano bisogno di regole quando si tratta di passare il tempo durante le vacanze. "Ho tre figli e utilizzo un misto di accordo e regole", spiega. "Sono felice di essere una di quelle Mamme e se hanno fatto i compiti e le faccende domestiche, possono avere il loro tempo sullo schermo."

Regole della casa sul tempo di visualizzazione

La famiglia ha alcune regole molto rigide su quanto tempo è concesso sullo schermo e dove. "Non ci sono schermi a letto, solo libri e la quantità di tempo sullo schermo che ottengono dipende dalla loro età", afferma Jacinta.

A volte le regole non vanno bene, soprattutto con il più giovane di Jacinta, che si lamenta di avere meno tempo di suo fratello e sua sorella. La sfida principale è gestire il tempo dello schermo durante l'estate quando Jacinta lavora da casa e i bambini devono essere intrattenuti.

Ottenere l'equilibrio giusto tra on e offline

"Il mio lavoro è basato su computer, quindi sono su uno schermo quando lavoro, e i bambini adorano sottolineare che sono sempre sullo schermo", dice. “Cerco di attenuare le mie ore di lavoro quando sono in giro e trascorro del tempo con loro per dare l'esempio. È anche importante farli uscire e in procinto di aiutarli a passare meno tempo sugli schermi. "

Le regole non si applicano solo per quanto tempo i bambini sono online, ma anche su ciò a cui sono autorizzati ad accedere. "Controllo assolutamente ciò a cui i bambini hanno avuto accesso e se hanno rispettato le regole ogni giorno", afferma Jacinta. "È difficile perché i più piccoli si lamentano, ma dico loro che i più grandi non avevano un tablet alla loro età, e poiché aiuta di più in casa, ha diritto a più tempo sullo schermo."

Gestire ciò che i bambini fanno online

Con Netflix e lo streaming disponibili, Jacinta nota che i suoi bambini più piccoli potrebbero iniziare a guardare serie forse un po 'vecchie per la loro età. "Non sono inappropriati in quanto tali, ma significa che perdono spettacoli che sono pensati per la loro età, quindi lo tengo d'occhio", osserva.

Nessuno dei bambini usa i social media, anche se, alla 12, la figlia di Jacinta si è recentemente iscritta a Musically. "Non ne capisco il punto, e non mi piace, ma il suo account è privato e lo monitoriamo con molta attenzione", afferma Jacinta.

Altri dispositivi come le console di gioco sono configurati in modo che non possano connettersi a Internet e ci sono controlli parentali su tutti i dispositivi in ​​modo che Jacinta e suo marito possano vedere cosa sta succedendo. "Mia figlia ha iniziato la scuola media l'anno scorso e ha un telefono, ma è impostata per richiedere il mio permesso per scaricare qualsiasi cosa, quindi so esattamente a cosa sta accedendo."

Con un telefono cellulare, la figlia di Jacinta utilizza la messaggistica, come What's App. "Ci è sempre addosso, e ho dovuto dirle più volte di quanto io sappia!" Dice Jacinta.

Suggerimento tempo schermo superiore

La chiave per gestire il tempo di visualizzazione è avere comunicazioni e regole chiare, afferma Jacinta. "Parliamo ai bambini dei loro canali e interessi preferiti e proviamo a stabilire regole e autorizzazioni che saranno accettabili per loro".

Jacinta Zaccaria è un'insegnante di professione ma ora è una mamma casalinga che lavora al suo primo libro per bambini.

Messaggi recenti

Scroll Up