I genitori dicono che il porno online dà ai bambini un'idea estremamente irrealistica del sesso

Il nostro nuovo rapporto "Dobbiamo parlare di pornografia"rivela le preoccupazioni che i genitori hanno sull'impatto della pornografia online sulle generazioni future - con oltre la metà (56%) delle mamme che credono che il suo mondo a volte violento e violento con scene non realistiche stia lasciando ai loro figli una visione distorta del sesso" normale ".

Impatto della visione di pornografia sui bambini

Oltre un terzo dei genitori (34%) è preoccupato che l'esposizione alla pornografia online causerà i propri figli a diventare desensibilizzati a contenuti brutali o violenti, diventando meno turbati, ansiosi o disgustati nel tempo.

Conversazioni difficili per i genitori

Tuttavia, lo studio di Internet Matters mostra che quattro genitori di 10 concordano sul fatto che non si sentirebbero a proprio agio nel parlare con il proprio bambino della questione.

Il rapporto - We Need To Talk About Pornography - è stato pubblicato oggi insieme a una serie di video 60-second secondo della psicologa e ambasciatrice di Internet Matters Dr. Linda Papadopoulos - dando consigli ai genitori su come aiutare i genitori ad affrontare la pornografia con i loro figli a partire dall'età di sei.

Una visione distorta del sesso e delle relazioni

Le maggiori preoccupazioni dei genitori riguardano il modo in cui la natura estrema ed esplicita di alcuni dei contenuti sta lasciando ai bambini un'idea distorta di cosa sia il vero sesso - con 48% che dice che la pornografia dà "educazione sessuale impropria" lasciando ai bambini una visione irrealistica di ciò che è " normale'.

Più della metà (52%) si preoccupa che i loro figli pensino che la pornografia online rappresenti il ​​tipico sesso mentre 47% afferma che dà una cattiva rappresentazione delle donne nella pornografia tra cui violenza e abusi.

Oltre quattro su 10 (44%) hanno affermato che influenzerà ciò che i bambini si aspetteranno nelle normali relazioni sessuali - con 38% che ha aspettative di impegnarsi in specifici atti sessuali come parte di una relazione.

Educazione sessuale impropria e comprensione del consenso

Oltre un terzo (36%) dei genitori ha affermato che la pornografia online dà ai bambini un'istruzione impropria su come chiedere e ottenere il consenso, 34% afferma che danneggia l'immagine del corpo dei loro figli - con 27% che afferma che incoraggia la scarsa autostima mentre i bambini si giudicano contro gli attori.

Un genitore su tre (33%) teme che il proprio bambino diventi dipendente dalla pornografia - con questo più preoccupante per i suoi figli (36%) rispetto alle loro figlie.

Tuttavia, l'64% dei genitori di ragazze che hanno visto pornografia sono preoccupati per il fatto che i loro figli condividano potenzialmente immagini sessuali inadeguate rispetto a quei genitori i cui figli non sono stati esposti, rispetto allo 54% dei genitori di ragazzi.

Differenze tra mamme e papà

Nel frattempo, le mamme e i papà hanno opinioni diverse quando si tratta dei loro figli che guardano pornografia online - con i padri che sembrano meno preoccupati dell'impatto che può avere sui bambini.

Quasi tre padri su 10 (28%) concordano sul fatto che a loro non importa che i loro figli vedano la pornografia online in quanto "fa parte della crescita" in contrasto con 17% delle mamme. E il 17% dei papà è d'accordo sul fatto che ci sono cose peggiori che i loro figli possano fare che guardare la pornografia online contro il 30% delle mamme che dicono lo stesso.

Alcuni 42% delle mamme erano preoccupati che la pornografia suscitasse aspettative di impegnarsi in specifici atti sessuali come parte di una relazione, rispetto allo 34% dei padri, e lo 38% delle mamme preoccupato che i loro figli diventassero desensibilizzati a contenuti brutali / violenti in contrasto con 32% di papà.

Introduzione della legge sulla verifica dell'età

La ricerca arriva quando il governo ha annunciato il mese scorso che il mese prossimo verrà effettuata la verifica dell'età per i siti Web di contenuti per adulti commerciali (15 di luglio, 2019).

La verifica dell'età è stata approvata come parte del Digital Economy Act lo scorso anno nel tentativo di fermare gli 18 per accedere a contenuti inappropriati e il British Board of Film Classification è stato designato come regolatore di verifica dell'età.

La ricerca di oltre i genitori di 2,000 nel Regno Unito ha rilevato che solo il 54% dei genitori dichiarava di avere una conversazione se fosse preoccupato che il figlio guardasse la pornografia. Oltre un terzo (34%) ha concordato di non sapere cosa fare per assicurarsi che i propri figli non guardino la pornografia online.

Aiutare i genitori ad avere conversazioni

Insieme alla nostra ambasciatrice psicologa Dr. Linda Papadopoulos abbiamo creato un suite di video guide incoraggiare i genitori ad avere conversazioni appropriate con i loro figli sulla pornografia e affrontarla direttamente, oltre al lancio nuova guida nel nostro centro di consulenza.

Risorse

Consulta le nostre ultime guide sull'età di Do e Dont per aiutarti a risolvere il problema della pornografia online con i bambini in modo adeguato all'età.

Vedi la guida

Scroll Up