Solo Jack - un'esperienza positiva nel mondo digitale | Questioni di Internet
MENU

Solo Jack: un'esperienza positiva nel mondo digitale

Durante l'ultimo trimestre del 2019, abbiamo dedicato molto tempo all'ascolto di genitori e tutori di giovani con bisogni aggiuntivi e ancora più tempo ad ascoltare i giovani stessi.

Un'esperienza positiva di tecnologia sui bambini vulnerabili

È stato davvero interessante sentire l'impatto positivo che la tecnologia connessa può avere su questi giovani. Una mamma ci ha raccontato come, quando gioca, suo figlio adolescente autistico, finalmente ha ottenuto qualcosa per cui ha sempre lottato: essere accettato come di consueto. Sulla piattaforma di gioco, non è più - Jack con bisogni speciali o aiuto extra - è solo Jack, un adolescente che è davvero bravo a giocare. In quel momento, in quel gioco, su quella piattaforma, Jack è libero di essere, Just Jack.

Ovviamente, altri genitori hanno avuto esperienze molto meno positive, principalmente per far capire ai loro giovani l'importanza di spegnere i dispositivi e fare qualcos'altro. Un'altra preoccupazione significativa è stata quella di aiutare questi giovani, che, per natura, erano più fiduciosi e meno esigenti riguardo a ciò che vedevano online, a capire che non tutti sono chi dicono di essere e non ci si può fidare di tutto online.

Cosa hanno detto insegnanti e tutori?

Insegnanti e tutori ci hanno parlato della tentazione di spegnere tutto, di chiudere tutto, ma di come non fosse la risposta giusta. Non è la risposta giusta per i giovani, che dovrebbero poter godere dei benefici della tecnologia connessa tanto quanto chiunque altro.

Sono necessarie risorse specifiche per aiutare a sostenere i giovani, i loro genitori e tutori, cosa che faremo molto di più nel 2020.

Risorse documento

Leggi i nostri bambini vulnerabili in un mondo digitale per evidenziare come le vulnerabilità offline dei bambini possono aiutarci a identificare i tipi di rischi che possono affrontare online.

Vedi rapporto
Scroll Up