iRights - correggere alcuni errori di Internet

Un'introduzione all'iniziativa iRights che mira a garantire ai giovani i diritti digitali di accedere alla tecnologia "in modo creativo, consapevole e senza paura".

Cosa significa l'iniziativa iRights per bambini, genitori e aziende tecnologiche ...

Da oltre un anno, il team di Internet Matters ha avuto la missione di istruire i genitori sulla tecnologia per garantire ai bambini il supporto e la consulenza giusti mentre navigano nel mondo digitale.

Crediamo nel potere positivo di Internet e incoraggiamo attivamente l'educazione digitale e l'avventura per persone di ogni età e ceto sociale. Ma vogliamo che lo facciano in un ambiente sicuro e protetto.

Quindi, siamo stati lieti di far parte della recente iniziativa iRights, sostenuta dalla baronessa Kidron e dalla baronessa Shields, ministro per la sicurezza e la protezione di Internet.

Quadro in cinque fasi iRights

Questo quadro di diritti digitali in cinque fasi consente ai giovani di accedere alla tecnologia "in modo creativo, consapevole e senza paura":

Il diritto a rimuovere - ogni bambino e ogni giovane dovrebbero avere il diritto di modificare o eliminare facilmente tutto il contenuto che hanno creato.

Il diritto a sapere - i bambini ei giovani hanno il diritto di sapere chi detiene o trae profitto dalle loro informazioni, per cosa vengono utilizzate e se vengono copiate, vendute o scambiate.

Il diritto a sicurezza e supporto - i bambini ei giovani dovrebbero essere sicuri di essere protetti da pratiche illegali e supportati se confrontati con scenari preoccupanti o sconvolgenti online.

Il diritto a scelte consapevoli e consapevoli - i bambini e i giovani dovrebbero avere il potere di raggiungere luoghi creativi online, ma allo stesso tempo avere la capacità e il sostegno per disimpegnarsi facilmente.

 

Il diritto a alfabetizzazione digitale - per accedere alle conoscenze che Internet può offrire, ai bambini e ai giovani devono essere insegnate le abilità per usare, creare e criticare le tecnologie digitali e disporre degli strumenti per negoziare il cambiamento delle norme sociali.

Sicuramente, come adulti qui per ispirare e potenziare la prossima generazione, possiamo tutti essere d'accordo su questi principi?

L'accesso immediato alla tecnologia - ed essere sicuri, sicuri e liberi di esplorare online - è probabilmente diventato un diritto umano fondamentale. E, per me, ciò rende l'iniziativa iRights significativa quanto la creazione degli Atti di educazione per tutti alla svolta del secolo scorso, e il Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo anni 25 fa.

La sfida più grande, tuttavia, è come implementarla.

Il prossimo passo per iRights 

Oltre a Internet Matters, iRights è supportato da numerose organizzazioni ben note. Da enti di beneficenza come UNICEF e Save the Children, a società commerciali come Barclays e Sky.

Il prossimo passo per iRights è far iscrivere i giganti di Internet della West Coast; il loro supporto renderebbe iRights una realtà per i bambini.

Con Mind Candy e Mozilla già firmatari di iRights, c'è chiaramente uno spostamento verso il riconoscimento dei diritti di un bambino, e con loro sostenendo, l'iniziativa iRights può mantenere la sua promessa di consentire un controllo reale sulla vita digitale di un singolo bambino.

Ma al centro di questo problema rimane l'educazione e l'impegno: dai genitori agli insegnanti, dai ministri ai dirigenti d'azienda.

Educare gli adulti a prendere una decisione informata su come proteggere i bambini online

Ecco perché noi di Internet Matters ci concentriamo sull'educazione degli adulti alla tecnologia, in modo che possano prendere le proprie decisioni informate su come proteggere i propri figli nel mondo digitale, proprio come fanno in quello fisico.

Naturalmente, la cosa più importante da fare per i bambini è assicurarsi di non pubblicare foto personali o informazioni su se stessi che devono poi rimuovere in primo luogo. Ma in un mondo in cui tutti commettiamo errori, avere iRights per gli adolescenti è un passo essenziale per riconoscere il ruolo che la tecnologia gioca nella vita del 21 ° secolo.

Molto semplicemente, oltre a sposare le meraviglie di Internet, dobbiamo anche assicurarci di essere chiari sulle conseguenze della condivisione eccessiva e della sovraesposizione.

Con o senza iRights, i bambini devono essere abilitati digitalmente da una rete informata di supporto intorno a loro in grado di educare, responsabilizzare e consigliare.

Messaggi recenti

Scroll Up