Quanto tempo è appropriato?

Come genitori, spesso desideriamo risposte semplici a come dovremmo crescere i nostri figli e fissare dei limiti quando incontrano le vaste opportunità dei media e le potenziali sfide che ne derivano. Sfortunatamente, i bambini nascono senza manuali per l'utente e, per la maggior parte, devi aprire la strada mentre procedi.

Ogni bambino è diverso

Ogni bambino ha una personalità unica e i bambini hanno interessi diversi, anche quando si tratta di media. Alcuni bambini preferiscono la televisione, mentre altri preferiscono i videogiochi. Ad alcuni piace guardare i cartoni animati, mentre altri preferiscono prendersi cura di un animale domestico virtuale. Entrambe le attività sono OK, purché il contenuto e i limiti di utilizzo siano ragionevoli. Scopri a cosa interessa tuo figlio e in cosa sono bravi e facilita un'esperienza mediatica stimolante, coinvolgente e divertente.

Piuttosto che preoccuparsi di quanto tempo il bambino dovrebbe trascorrere davanti a ogni schermo, è un approccio più appropriato considerare l'uso dei media del bambino nel suo insieme.

Quantità o qualità

I media sono come il cibo: una dieta sana dipende da quanto assumi e dal contenuto di nutrienti della dieta. Troppo raramente è una buona cosa. Un consumo eccessivo di media nei bambini può causare effetti negativi sullo sviluppo del bambino più avanti nella vita, in termini di salute, stile di vita, abilità sociali e risultati accademici. In altre parole, una buona genitorialità implica sia il margine di manovra che i limiti relativi al consumo dei media.

Una dieta media sana comporta un equilibrio tra tre fattori:

  • Cosa stanno facendo i bambini.
  • Quanto tempo ci impiegano.
  • Il contenuto dei media: quali storie vengono raccontate, quali valori vengono insegnati, quali sono i vantaggi educativi?

Tempo trascorso dal più giovane

Di norma, i bambini di età inferiore a quella scolastica dovrebbero essere notevolmente più protetti dai media rispetto ai bambini più grandi. Fino all'età di due anni, i bambini sembrano avere pochi benefici guardando la TV. Ciò non significa che guardare la TV sia dannoso per i più piccoli, ma ci sono molte altre forme di attività e interazioni sociali che potrebbero essere più stimolanti e gratificanti che sedersi davanti allo schermo.

Per i bambini dai tre anni fino all'età scolare, un'ora di utilizzo dei media al giorno può essere una linea guida, ma nessuna risposta definitiva.

Tempo trascorso dai bambini delle scuole elementari

Quando si tratta di bambini di età compresa tra i cinque e i dodici anni, come genitori, abbiamo ancora molte opportunità di influenzare l'uso dei media nella vita quotidiana dei nostri figli, in termini di tipo di media, tempo trascorso e contenuto. I bambini hanno bisogno di gioco e attività fisica. Questi anni sono fondamentali per lo sviluppo e l'educazione dei bambini. Un'utile regola empirica è quella di concentrarsi sui media che promuovono lo sviluppo.

I media sono una fonte di solidarietà: condividendo le esperienze dei media con i nostri figli e parlandone in seguito, il bambino può sviluppare un senso di appartenenza e una sana curiosità. Un'ora condivisa davanti allo schermo è molto più preziosa di un'ora trascorsa da sola davanti allo schermo.

La vita media quotidiana del bambino non dovrebbe essere gestita solo dal bambino. Come genitori, possiamo facilitare sia la giocosità che l'apprendimento, fornendo ai nostri figli limiti semplici ma chiari a cui relazionarci. Ad esempio, è una buona idea evitare di passare il tempo sui media prima di coricarsi, in quanto ciò aiuta il bambino a calmarsi prima di andare a dormire. Se i bambini guardano cartoni animati ad alta energia fino al momento di lavarsi i denti e andare a letto, tutte le impressioni possono rendere difficile addormentarsi.

Tempo trascorso da adolescenti

Quando i nostri figli diventano adolescenti, è naturale che in misura crescente riescano a fare le proprie scelte e che diamo loro fiducia e responsabilità.

L'elevato consumo dei media non significa in alcun modo che gli adolescenti siano più poveri a scuola o vivano una vita malsana. In altre parole, non vi è motivo di preoccuparsi se i giovani trascorrono molto tempo utilizzando media diversi. Concentrati invece sul mantenimento di un sano equilibrio tra scuola, vita sociale online e offline, attività fisiche e hobby nel tempo libero.

Il consumo dei media è una parte naturale e salutare della vita da adolescente; tuttavia, non dovrebbe essere l'unica parte di esso.

Messaggi recenti

Scroll Up