MENU

Come giudichi le classificazioni per età sulle app?

Una domanda abbastanza semplice? Dai un'occhiata più da vicino. David Wright, Direttore UKSICe l'esperto di sicurezza elettronica John Carr discutono dell'importanza di rendere chiare le valutazioni per proteggere i bambini dalle app.

Classificazioni per età su film, giochi e altro

La maggior parte delle persone conosce le classificazioni per età dei film. Non è sorprendente. Nel Regno Unito sono stati con noi in una forma o nell'altra per negli anni 100. Utilizzando simboli di età molto riconoscibili e prominenti, indicano il tipo di contenuto che si troverà nel film, ma in modo facilmente digeribile. Questo aiuta i genitori a fare scelte facili e informate sul tipo di film che vogliono che i loro figli guardino. All'inizio di questo secolo e con lo sviluppo delle tecnologie di gioco online e di altre forme, sono state introdotte anche le classificazioni per età per ragioni simili.

Mentre la base della classificazione per età per film e giochi è simile in quanto le classificazioni valutano il contenuto rispetto a una serie di caratteristiche, le classificazioni di gioco indicano anche se il gioco ha capacità e interazioni online.

Negli ultimi anni di 5 abbiamo assistito a una rivoluzione mobile. Per esempio, Ofcom continua a evidenziare l'incredibile aumento del possesso di tablet in tutto il paese, soprattutto tra i bambini e i giovani (l'80% degli 8-11 anni utilizza un tablet). Ad alimentare questa espansione sono le "app".  Apple ha riferito che hanno ricevuto $ 3b in entrate da acquisti di app e in-app a dicembre 2016 con le app 2.200,000 disponibili sul loro Appstore, a partire da 800 in 2008.

Cosa devi sapere sulle valutazioni delle app

Aiutare i genitori a far esplodere entrambe le app Apple e Microsoft ha introdotto una serie di funzionalità che consentivano ai bambini di scaricare e installare un'app solo dopo che i genitori l'hanno approvata. I genitori hanno quindi la possibilità di verificare l'idoneità dell'app esaminando la sua classificazione in base all'età prima di decidere se darle il via libera.

Sembra tutto a posto finora? Guardiamo ancora più da vicino

Sia Microsoft che Apple valutano e indicano l'idoneità dell'app utilizzando lo stesso tipo di caratteristiche utilizzate nei film, ad esempio nudità, volgarità, violenza e droghe.  Apple utilizza il proprio sistema di classificazione per età mentre Microsoft, come Google (Android), utilizza l'International Age Rating Coalition per valutare i contenuti delle loro app.

Questo andrebbe bene se le app fossero le stesse di film e giochi, ma chiaramente non lo sono. Molte app aprono un mondo di comunicazione e interattività, ma anche condivisione di dati e commercio.

Microsoft presenta indicatori di avviso e fornisce ulteriori informazioni sulla guida dei genitori sull'app, in particolare sul tipo di dati che acquisisce e raccoglie (ad esempio posizione, webcam, ecc.). Le valutazioni delle app di Apple, tuttavia, non dicono nulla sull'interattività e gli sviluppatori di app semplicemente non sono tenuti a inviare informazioni ad Apple su quella dimensione. Né fa alcun riferimento ai requisiti di età minima stabiliti dall'app o dal servizio stesso.

Le valutazioni delle app non sono uguali: Microsoft vs Apple 

Guarda il caso di Facebook. Le regole del sito sono chiare. Devi avere 13 anni per iscriverti. Microsoft presenta un indicatore di avviso che comunica a chiunque stia guardando che l'app richiede la guida dei genitori; ha il permesso di usare la tua posizione, webcam e microfono e condivide informazioni, posizione e consente l'interazione. Sorprendentemente, nell'app store di Apple, Facebook è classificato come 4+ e non ha altri avvisi o indicazioni.

Esistono numerosi esempi come questo, in particolare le app che si presume siano "gratuite". Fino a quando Apple (in particolare) non risolverà il processo di revisione delle app, i genitori dovrebbero prestare estrema attenzione alla classificazione in base all'età e anche a rivedere attentamente i termini e le condizioni e le dichiarazioni sulla privacy di tutte le app che vogliono vedere se sono adatte ai propri figli. Lo stesso vale per numerosi dispositivi, ad esempio fitness tracker. Per essere utili, richiedono app in grado di raccogliere e trasmettere una grande quantità di informazioni personali e includere nuovamente un componente interattivo.

Risorse

Se desideri aiuto nella scelta di giochi, app e altro adatti all'età, Common Sense Media offre un'ampia gamma di recensioni sulle ultime versioni.

visita il sito