Disturbo del gioco: cosa devi sapere

Con le recenti notizie sulla dipendenza da gioco che stanno diventando un disordine riconosciuto, i nostri esperti di giochi Andy Robertson guardano cosa significhi per i giovani, il SSN e il futuro dei giochi.

Molto è stato detto dell'OMS che propone di aggiungere il disturbo del gioco a ICD-11. È un dibattito importante e una questione cruciale per i genitori di bambini che soddisfano i criteri estremi stabiliti nella guida sul Disturbo del Gioco:

  • Controllo alterato sui giochi.
  • Dai maggiore priorità al gioco alla precedenza di altre aree della vita.
  • Continua o intensifica il tempo di gioco, nonostante si verifichino conseguenze negative.
  • Significativa compromissione delle funzioni personali, familiari, sociali, educative, professionali o di altro tipo.
  • Questo comportamento di gioco dovrebbe normalmente essere evidente per un periodo di almeno 12 mesi.

Puoi ricevere un trattamento sul SSN?

Tuttavia, siamo molto lontani dal vedere NHS e altre organizzazioni sanitarie diagnosticare i pazienti con disturbo del gioco. Il Roadmap ICD-11 chiarisce i tempi. Non è fino a maggio 2019 che ICD-11 sarà presentato all'Assemblea mondiale della sanità e quindi non fino a gennaio 2022 che gli Stati membri inizieranno a comunicare i dati sanitari utilizzando ICD-11.

Ciò che è iniziato è il Test sul campo del SSN da 1st giugno a 31st marzo 2019. Successivamente, NHS Digital "prenderà in considerazione la prontezza del sistema sanitario e assistenziale per una migrazione ICD-11".

Effetto del gioco sui bambini

Ciò che sta accadendo in questo momento è un dibattito molto necessario su come possiamo capire meglio perché i nostri bambini giocano e cosa fa loro quell'esperienza. Ciò include tutta una serie di preoccupazioni, dalla dipendenza al semplice arresto dei bambini quando richiesto.

È questo dibattito, piuttosto che l'etichetta dell'OMS in cui è possibile trovare la vera salute. Riporre le speranze nella diagnosi del Disturbo del Gioco significa che noi, come Dr Jo Twist OBE, CEO di Ukie di recente ha scritto: “Rischio di dare a genitori e tutori la scusa per correre a una soluzione medica invece di fare un passo avanti nel parlare, comprendere e godersi questi mondi insieme. Rischiamo che le persone vulnerabili vengano sfruttate e maltrattate. Rischiamo di sovraccaricare sistemi sanitari già vulnerabili. "

Tutti i giochi non sono creati uguali

Vi è anche preoccupazione da alcuni trimestri per la validità di una definizione diagnostica così ampia per media così diversi. Twist ha scritto: “c'è una vera preoccupazione che tutti i giochi vengano trattati come un tutto omogeneo senza alcuna comprensione della complessità e della diversità di questi mondi digitali, che offrono storie, personaggi, competizione, connessioni sociali sempre più sofisticate e divertimento. Ignora anche i potenziali problemi sottostanti che potrebbero spingere alcune persone a cercare conforto nei mondi digitali. In effetti, sappiamo già quanti giochi possono aiutare attivamente le persone ad affrontare il mondo che li circonda in modo terapeutico ".

Più che etichettare, dobbiamo aiutare i genitori a guidare i loro figli verso la salute dei giochi fin dalla tenera età. I genitori hanno bisogno di risorse che li equipaggino per prendere decisioni informate e incoraggiare una dieta variata di giochi. Ciò li aiuterà ad allontanare i bambini dai titoli monomlici di successo ciclici e verso la più ampia gamma di esperienze offerte.

L'impatto positivo del gioco sui bambini

Ho spesso scritto come i giochi abbiano instillato tutti i tipi di tratti caratteriali nei miei figli: curiosità, compassione, resilienza, fiducia, risoluzione dei problemi e pazienza. Tanto che faccio video settimanali per i genitori e sto scrivendo un libro per aiutare le mamme e i papà a guidare i bambini alla salute dei giochi. Domare il gioco, che fornisce semplici ricette di giochi familiari per rendere più giochi accessibili a più persone.

Supportare una visione equilibrata dei giochi

Questo è molto più che un genitore sensato, o dare la colpa alla porta dei genitori, come può succedere. Sta riconoscendo che i bambini hanno bisogno di una guida con i loro giochi, proprio come con altre parti della loro giovane vita.

Le mie risorse si uniscono ad altri del settore dei giochi, come il VSC eccellente Informazioni per il consumatore e valutazioni PEGI e il sito Web AskAboutGames.com, per aiutare i genitori a conversare meglio con i propri figli sui giochi a cui stanno giocando.

Indipendentemente dal fatto che l'OMS mantenga o meno il disturbo del gioco nella bozza finale, è chiaro che questo argomento richiede attenzione. La mia speranza è che il dibattito consenta ai genitori di non affrettarsi a medicalizzare le loro preoccupazioni, ma di trovare nuovi modi per guidare i bambini verso la salute del gioco - e che le risorse di cui hanno bisogno siano ben finanziate per raggiungere questo obiettivo come lo sono in altri settori della vita.

Altro da esplorare

Consulta altri articoli e risorse per proteggere i bambini online.

Messaggi recenti

Scroll Up