MENU

Giocattoli collegati, giochi online e dati per bambini: la storia finora

Bambola interattiva Spin Master Luvabella

Il nostro esperto paneler John Carr OBE esamina la crescente tendenza dei giocattoli connessi e dei giochi online e le crescenti preoccupazioni sulla protezione dei dati personali dei bambini su questi dispositivi.

La tendenza crescente dei giocattoli collegati

Sempre più i giocattoli per bambini vengono commercializzati con la connettività Internet integrata come caratteristica importante. Bambole, orsacchiotti e "Action Heroes" sono probabilmente i più comuni. I giochi non sono esattamente "giocattoli" nel modo in cui li abbiamo tradizionalmente pensati, ma praticamente tutti i giochi più popolari di oggi vengono scaricati e riprodotti su Internet, tramite una console di giochi dedicata o altri dispositivi.

La connessione a Internet potrebbe essere effettuata tramite un cavo che si collega a un computer o router, ma molto probabilmente sarà tramite un'app su un tablet o uno smartphone tramite Wi-Fi.

Qual è la preoccupazione con i giocattoli collegati?

Sia i giocattoli connessi che i giochi online hanno causato problemi di sicurezza, ma più recentemente è emersa la questione della privacy. Tanto che, in realtà, quel regolatore della privacy britannico, il Commissario responsabile dell'informazione, fa un riferimento specifico ad essi in una nuova serie di regolamenti noti come Codice di progettazione appropriato per età. Si prevede che diverrà operativo all'inizio del nuovo anno.

In questo momento non sappiamo esattamente cosa dirà il nuovo regolamento perché il governo non ha ancora dato il cenno definitivo, ma ecco cosa ha raccomandato il Commissario quando hanno pubblicato il loro progetto e chiesto commenti:
Giocattoli e dispositivi collegati solleva problemi particolari perché il loro campo di applicazione per la raccolta e l'elaborazione di dati personali, tramite funzioni come telecamere e microfoni, è considerevole. Sono spesso utilizzati da più persone di età diverse e da bambini molto piccoli senza la supervisione di un adulto. Offrire trasparenza attraverso un prodotto fisico anziché uno schermo può anche essere una sfida particolare.

Cosa consiglierà il Commissario alle imprese che vendono questo tipo di cose?

Se fornisci un giocattolo o un dispositivo connesso assicurati di includere strumenti efficaci per consentire la conformità a questo codice.
Questo può sembrare un po 'scadente o ovvio, ma molti giocattoli non hanno uno schermo attaccato o incorporato, quindi non è sempre ovvio come è possibile verificare o modificare le impostazioni sulla privacy.

Questo tipo di commenti è stato spinto, tra l'altro, da incidenti come il "My Friend Cayla ”. I bambini si stavano “confidando” nella loro bambola, solo per apprendere in seguito che la compagnia interessata era molto rilassata nelle misure di sicurezza. Le storie dei bambini venivano registrate e archiviate su server remoti e questi server venivano hackerati. Difficilmente sopporta pensare.

Quando ciò è emerso, il governo olandese li ha vietati per la vendita in Olanda, il governo tedesco ha raccomandato ai genitori che li avevano acquistati di distruggerli immediatamente e nel Regno Unito le bambole venivano ritirate dagli scaffali dei negozi di giocattoli più rinomati.

la morale di questa storia? Leggi cosa dice sulla confezione di quali dati vengono raccolti attraverso il giocattolo e come e dove vengono archiviati.

Se non fosse stato per l'elezione generale, probabilmente ora sapremmo due cose: cosa pensa il Commissario per le informazioni sulla dimensione della privacy dei giocattoli per bambini che possono connettersi a Internet e come il governo risponde ai regolamenti.

Scroll Up