MENU

Bolletta di sicurezza online: cosa possono aspettarsi genitori e tutori

Il governo vuole che il Regno Unito sia il posto più sicuro dove essere online, motivo per cui sta introducendo una nuova legge sulla sicurezza online. Il disegno di legge include responsabilità per i fornitori di servizi online di prevenire la diffusione di materiale illegale e di proteggere gli utenti, in particolare i bambini, da contenuti legali ma dannosi.

Ci sono molte informazioni che circondano il Conto. Qui condividiamo tre cose che tutti i genitori dovrebbero sapere al riguardo.

La nuova legge non è ancora in vigore

Ci vorrà del tempo prima che le nuove regole entrino in vigore e anche allora non copriranno tutti i problemi che i bambini devono affrontare online. È quindi importante come sempre per genitori, tutori e altri adulti fidati aiutare i bambini a rimanere al sicuro e felici online. Non è necessario essere un mago della tecnologia per farlo: uno dei modi più efficaci per supportare tuo figlio è avere conversazioni regolari con lui sulle loro vite online, esplorare cosa fanno e come lo fa sentire.

Modi per iniziare una conversazione
Consigli per aiutare genitori e tutori a conversare regolarmente con i propri figli per aiutarli ad aprirsi e a gestire la propria vita digitale.

Kit di strumenti digitali
Consigli personalizzati per le famiglie dalle risposte a poche semplici domande, organizzate per cose da fare se hanno poco o molto tempo.

È probabile che tu veda i cambiamenti

Ofcom regolerà la nuova legge e creerà codici di condotta per dire ai servizi esattamente come si aspettano che adempiano ai loro doveri di assistenza. Fino ad allora, sappiamo che in linea di massima la legge richiederà alle aziende di portata (inclusi social media, app di gioco e di messaggistica) di condividere informazioni su come valutano e riducono i danni attraverso il loro servizio. Dovranno inoltre avere termini e condizioni chiari e accessibili agli utenti, compresi i bambini. Saranno tenuti a far rispettare in modo coerente i propri termini e condizioni e a fornire agli utenti modalità efficaci per segnalare problemi.

L'alfabetizzazione mediatica prevede di integrare la regolamentazione

Il governo sta introducendo il disegno di legge sulla sicurezza online per rendere le aziende tecnologiche più responsabili dei danni sulle loro piattaforme. Inoltre, vuole che gli utenti, compresi i bambini, abbiano il potere di essere il più sicuri possibile. Educare i bambini, i genitori e le famiglie è la chiave per questo ed è il motivo per cui il governo ha prodotto la sua strategia di alfabetizzazione mediatica.

Internet Matters sta collaborando con il governo per rendere i suoi piani in quest'area i migliori possibili. Di seguito sono riportati esempi del supporto che già offriamo.

Dati e privacy
La nostra Hub per la privacy e il furto di identità offre a genitori e tutori strumenti pratici per aiutare a proteggere i dati dei propri figli online.

L'ambiente in linea
Con il nostro Guide al controllo parentale, puoi saperne di più sulle impostazioni disponibili per proteggere tuo figlio su vari dispositivi, piattaforme e servizi.

Valutazione dei contenuti
Prova il nostro Trova il falso! Quiz da solo o in famiglia per scoprire cosa sono le fake news, come individuarle e gestirle.

Conseguenze dell'interazione
La nostra Consulenza sulla reputazione online offre suggerimenti di esperti per aiutare genitori e tutori a supportare i propri figli a comprendere l'impatto di ciò che condividono online e ad assumere il controllo della propria reputazione online.

Contribuire a creare un ambiente positivo
Utilizzando il tema degli stereotipi di genere, Il progetto insieme online Lo strumento aiuta i bambini e le famiglie a pensare a come le parole e le azioni possono avere un impatto sugli altri, a trattare gli altri nel modo in cui vorrebbero essere trattati e a incoraggiare una cultura online positiva e inclusiva.

Pensieri del CEO, Carolyn Bunting MBE

“Accogliamo con favore il disegno di legge sulla sicurezza online e crediamo che sia un grande passo avanti nel rendere il mondo digitale un posto migliore per i bambini, in cui possono beneficiare di tutti gli aspetti positivi offerti da Internet, pur essendo protetti dai danni.

"Sebbene molti aspetti del disegno di legge soddisferanno i genitori - con forti aspettative sulle piattaforme per affrontare le immagini di abusi sessuali su minori e l'adescamento, la verifica dell'età sui siti per adulti e il suicidio inclusi nell'elenco prioritario delle questioni - molto altro deve ancora essere discusso.

“Vogliamo vedere il disegno di legge fornire maggiore chiarezza sul legale ma dannoso contenuti e funzionalità, così come impedisce loro di subire abusi o adescamento sessuale. Ciò include contenuti che promuovono un'estrema perdita di peso o, al contrario, un aumento di massa – preoccupazioni che genitori e giovani sollevano regolarmente con noi – insieme a funzionalità che possono portare a un uso eccessivo delle piattaforme.

“Sappiamo che questo tipo di contenuti è dannoso per il benessere dei bambini, ma i cosiddetti impatti 'più morbidi' non sembrano essere affrontati.

“Crediamo che debba esserci maggiore coesione con l'esistente Codice dei bambini, che ha un focus molto più chiaro sull'interesse e sul benessere dei bambini. L'allineamento dei due regimi renderà più chiaro per le famiglie sapere cosa aspettarsi e sarà più facile per il settore conformarsi.

“Come società, abbiamo la responsabilità di riconoscere che la sicurezza e il benessere dei bambini è una priorità assoluta ma anche che hanno molto da guadagnare dalla tecnologia connessa.

"Abbiamo bisogno di be diffidare del rischio che il regime incentivi le aziende a limitare l'accesso dei bambini ai servizi che sono nel loro interesse da utilizzare. Se il disegno di legge comporta la rimozione dei bambini da vaste aree di Internet progettate per il loro utilizzo, allora avrà fallito”.

Messaggi recenti